Carmiano, sciolto il Consiglio comunale: «Infiltrazioni mafiose». In paese c'è chi festeggia con i fuochi d'artificio

Lunedì 2 Dicembre 2019

Deciso lo scioglimento per il Consiglio comunale di Carmiano, sulla scorta della richiesta formulata dalla commissione d’accesso, che a settembre aveva presentato oltre 100 pagine di relazione al prefetto di Lecce e al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza per il sospetto di infiltrazioni mafiose. 
 

Oggi la decisione è stata condivisa anche dal Consiglio dei Ministri, che ha già individuato la terzina di nomi che faranno parte della commissione prefettizia incaricata di reggere l'ente. Si tratta dei viceprefetti Daniela Buccoliero e Francesco D'Alessio e del funzionario della Finanza Michele Marcuccio.
Sul caso-Carmiano hanno pesato inchieste giudiziarie e gli episodi di cronaca degli ultimi cinque anni, che hanno coinvolto anche il sindaco Giancarlo Mazzotta, al suo secondo mandato, oggetto di gravi atti intimidatori.

Politica e mafia, relazione della commissione prefettizia al Viminale Consiglio comunale di Scorrano a rischio scioglimento
Infiltrazioni mafiose al Comune? Il prefetto chiede l'accesso agli atti Il boss pentito Montedoro: «Ho chiesto prestiti bancari al sindaco Mazzotta, in cambio gli avrei fatto campagna elettorale»

 

Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 09:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA