Bari, ragazzi accerchiati e molestati da altri coetanei. «Baby gang in centro storico, mio figlio colpito con un calcio in testa»

Bari, ragazzi accerchiati e molestati da altri coetanei. «Baby gang in centro storico, mio figlio colpito con un calcio in testa»
3 Minuti di Lettura
Lunedì 14 Febbraio 2022, 10:11 - Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio, 13:46

Le baby gang tornano a "colpire". Questa volta in centro storico a Bari, sabato sera. A denunciare l'accaduto è stata la mamma di un 17enne «uno dei tanti mille e mille ragazzi che invadono il sabato sera le strade di Bari vecchia», scrive la donna sul profilo facebook del sindaco Antonio Decaro.

Parco 2 giugno, allarme criminalità e bullismo: «I nostri figli picchiati da baby gang»

L'aggressione nel cuore di Bari

«Ieri sera - scrive la donna riferendosi a sabato - è accaduto un episodio davvero increscioso e preoccupante, e non era nemmeno la prima volta. Mentre mio figlio e un gruppo di amici uscivano da un locale in una stradina, sono stati accerchiati e molestati da alcuni ragazzini, che li sfottevano spintonavano e prendevano a calcetti. Loro hanno accelerato il passo cercando di raggiungere il Corso - ha aggiunto la donna - , ma poi i ragazzini sono stati affiancati e incitati da ragazzi più grandi, e mio figlio e un suo amico hanno ricevuto un calcio forte in testa. Non hanno reagito, per paura, e hanno finalmente raggiunto Corso Vittorio Emanuele. Ma dico, le pare normale questa situazione? - chiede la donna al sindaco - Non possono girare dei poliziotti in borghese e dare un’occhiata in giro? Voglio dire, era pieno di ragazzine e ragazzini!!! Oppure dobbiamo aspettare di finire sulle pagine di cronaca nazionale?».

Parco Due Giugno è ancora allarme baby gang. Il sindaco di Bari segnala i casi a prefetto e questore e invita le famiglie a denunciare

Le reazioni

Numerosi i commenti soprattutto da parte di altri mamme preoccupate per la situazione. «Ci vogliono più controlli: dove sono tutti i poliziotti il sabato sera? Proteggiamo questi ragazzi, questi bravi figli nostri». E poi ancora: «Purtroppo, sono le solite baby gang che, spesso, hanno creato dei disagi alla gente. Bisognerebbe aumentare la presenza della vigilanza, in presenza della movida, almeno nelle strade più frequentate». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA