Movimento Cinque Stelle primo partito di Puglia: cambiano gli equilibri anche in Regione. Turco: «Subito un confronto»

Movimento Cinque Stelle primo partito di Puglia: cambiano gli equilibri anche in Regione. Turco: «Subito un confronto»
4 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 12:58 - Ultimo aggiornamento: 16:03

Con il 27,96% delle preferenze, il Movimento Cinque Stelle è primo partito in Puglia. «Un risultato straordinario che premia il lavoro fatto in questi anni e in questi mesi, perché il Movimento Cinque Stelle non è solo Reddito di cittadinanza. Noi abbiamo portato una serie di innovazioni che hanno permesso all'Italia di affrontare non solo la pandemia, ma di uscire da una crisi economica post pandemica. Ora abbiamo da affrontare due grandi obiettivi: da una parte il salario minimo legale, di nove euro l'ora, che sarà uno dei nostri primi obiettivi; e poi c'è tutta la tematica legata al caro energia». Mario Turco, vicepresidente nazionale del M5S, ha commentato così il risultato raggiunto dal Movimento in Puglia dove si è affermato come primo partito.

Uno sguardo al futuro

Risultato lusinghiero, che cambia i rapporti di forza nella regione che ha mantenuto l'asse con il Pd. Si apre ora la possibilità di un candidato pentastellato alle Regionali? «È prematuro dirlo - ha chiarito Turco - faremo una valutazione in sede di consiglio nazionale. Però continueremo a lavorare sui temi, questo è il principale obiettivo. Non stiamo a fare un bilancio programmatico delle prossime tornate elettorali. Adesso pensiamo a riorganizzare il Movimento e a lavorare per l'interesse dei cittadini e del mondo delle imprese perché i prossimi mesi saranno molto molto difficili».

Guardando alla Regione, Turco ha chiarito che sarà fatta «un'attenta analisi politica su tutti i territori. Porteremo avanti ancora con più forza la nostra agenda progressista. Continueremo a lavorare nell'interesse dei cittadini e delle imprese, soprattutto tenendo conto delle emergenze da affrontare. Nei prossimi giorni con il coordinatore della Puglia, l'onorevole Leonardo Donno, incontreremo i consiglieri regionali per fare un bilancio e programmare i prossimi obiettivi». 


Il caso Pellegrini

Può esultare Marco Pellegrini, esponente del M5S foggiano, l'unico in Puglia ad aver strappato un seggio uninominale alla Camera al centrodestra. «Il risultato elettorale - commenta - è frutto dello straordinario lavoro del nostro presidente Conte. La gente di Capitanata ha compreso l'importanza di darci forza per quella che sarà una legislatura importante e difficile. Non nascondo la mia gioia personale per i consensi ottenuti nel mio collegio, gioia che voglio condividere con tutti coloro che hanno voluto dare fiducia alla nostra azione politica». Pellegrini, senatore uscente, è riuscito ad essere eletto imponendosi con il 41,33% dei voti, superando anche la candidata del centrodestra Eugenia Maria Roccella, che si è fermata al 34,83%. «Ora - aggiunge - dovremo pensare solo a lavorare perché non c'è tempo da perdere. Come M5S faremo le nostre proposte e opereremo come guardiani attenti dell'operato del nuovo governo. Ma non saremo semplici spettatori», conclude Pellegrini. Il M5S in Puglia si è imposto come primo partito, superando anche Fratelli d'Italia. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA