Gallipoli, caos parcheggi e sosta off-limits. E nel centro storico occupazioni "abusive"

Martedì 24 Maggio 2022 di Antonella MARGARITO

Gallipoli, caos parcheggi: ancora un fine settimana infernale. E sul centro storico vige l’occupazione selvaggia di suolo pubblico. E non autorizzata. Siamo ancora all’inizio, ma se queste sono le premesse cosa sarà nel mese di luglio e agosto? È questa la domanda che da più parti si fanno i cittadini, in particolare per quel che riguarda il centro storico, fermo restando che il grande parcheggio ai lidi chiuso ancora in questo fine settimana infuocato ha creato non pochi disagi. Innanzitutto dal punto di vista della circolazione dal momento che tutti coloro che sono arrivati a Gallipoli in località Baia Verde con la propria auto, per poter godere di un posto al sole. trovando ancora una volta il parcheggio con il cancello sbarrato e senza alcuna indicazione alternativa, hanno comunque lasciato l’auto in sosta in ogni qualsiasi rientranza della strada ma anche sulla strada stessa rendendo la circolazione alquanto problematica per non dire pericolosa. 

Polizia locale in azione e raffica di multe

Sul posto infatti è arrivata anche la polizia urbana per cercare di mettere ordine al gran caos che si era creato. Ma a che punto è la vexata quaestio riguardante i parcheggi che ogni anno torna puntale così come torna l’estate? «In fase di soluzione – dice il vicesindaco e assessore delegato Riccardo Cuppone – stiamo lavorando alacremente, gli uffici lo stanno facendo senza sosta e tutte le istanze sono in corso di verifica e valutazione». Istanze, lo ricordiamo, che sono prodotte da privati, dal momento che quel terreno è di proprietà privata. Da quanto è dato di sapere però sembra che all’interno dei parcheggi, i futuri detentori delle concessioni, stiano già ripulendo l’area, falciando l’erba e sistemando il terreno in modo da non perdere ulteriore tempo quando le autorizzazioni saranno completate. Si riuscirà per il prossimo fine settimana? Sono in tanti a sperarlo, in primis i titolari dei lidi che si trovano in quella parte di litoranea off limits alle auto. 

Centro storico: pedane senza autorizzazioni e tavolini abusivi


Dal caos parcheggi al caos centro storico il passo è breve e dopo la casa seppellita dalla pedana, peraltro abusiva, in via Nazario Sauro si passa in via XXIV Maggio dove vige una situazione che ha davvero del paradossale. Si tratta di una stradina davvero molto stretta ma che fa da sfogo anche al passaggio delle auto munite di pass. Peccato però che transitare diventa davvero un problema dal momento che ben due locali, senza autorizzazione alcuna, mettono fuori dei tavolini. Questo lo fa una pizzeria, che proprio non potrebbe avendo la licenza commerciale del solo asporto e lo fa una birreria che dovrebbe solo somministrare e che ci mette pure il carico da novanta.  La domenica infatti, a partire dalle 20,30 sino a mezzanotte circa, organizza eventi con musica trasformando la strada in una vera e propria discoteca a cielo aperto. «Tutte le attività sono state oggetto di accertamento – dice il comandante di polizia urbana Alessandro Leone- si stanno effettuando controlli a tappeto e gli accertamenti sono ormai in via di definizione. In tempi molto stretti chiuderemo i controlli. Voglio ricordare che la polizia municipale è in servizio sino alle 20,30 e quindi, negli altri orari, i cittadini possono rivolgersi agli altri organi di polizia. Peraltro fino a quando non sarà rafforzato il personale siamo anche in pochi ma con l’arrivo delle nuove unità cercheremo di essere ancora più presenti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 21:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA