Donna muore dopo una frattura: i parenti vogliono sapere perché

L'ospedale di Ostuni
È stata disposta l’autopsia e ci sono due medici indagati, dopo la morte di una donna di San Vito dei Normanni, in provincia di Brindisi, giunta al Pronto soccorso ad Ostuni, qualche giorno prima di Natale per una caduta, e deceduta il 2 gennaio scorso, quando era già dimessa da tempo. I familiari hanno presentato un esposto ai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni; la Procura di Brindisi ha già aperto un’inchiesta per verificare l’eventuale nesso tra il decesso della donna e l’intervento del personale medico dell’ospedale di Ostuni, a cui la stessa si era rivolta.
Il pubblico ministero titolare del fascicolo, Giuseppe De Nozza, ha fissato per lunedì 14 gennaio lo svolgimento dell’esame autoptico. Un accertamento non ripetibile che sarà eseguito da due medici legali, Franceco Busardò ed Emanuele Guglielmelli.
Intanto, però, i legali dei due medici in servizio ad Ostuni stanno già valutando la linea difensiva, dopo gli avvisi di garanzia notificati ai loro assistiti. Si tratta di un atto formale di prassi, in questi casi, per permettere agli indagati di poter difendersi già in questa prima fase seguendo gli sviluppi procedimentali del caso, come sarà l’autopsia di lunedì.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 12 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 06:40