Problemi impiantistici, stop temporaneo agli Altoforni ex Ilva

Giovedì 7 Ottobre 2021
Mancanza di minerali, stop temporaneo agli impianti ex Ilva

"In questo momento si sta avviando la procedura di fermata Afo4 per 24/36 ore, dovuto alla mancanza di minerali. A domani per ulteriori aggiornamenti". Con questo laconico messaggio ai sindacati, Acciaierie d'Italia (ex Ilva) ha comunicato lo stop momentaneo che potrebbe riguardare anche Afo2. Aggiungendo, comunque, che conta di risolvere il problema anche prima delle 24 ore e che per il personale non ci sarà alcuna conseguenza, in quanto rimarrà ai propri posti.

Queste modalità, spiegano i sindacati, inducono a pensare che si tratti di una criticità superabile in poco tempo e non sia strutturale. Non dovrebbe quindi dipendere dalla difficoltà a reperire le materie prime ma sarebbe un problema legato alle forniture. Anche sulla produzione, se venissero confermati questi tempi, gli impatti sarebbero minimi. Le tute blu cercheranno però di capire a stretto giro qualche dettaglio in più rispetto alla stringata comunicazione.

La precisazione dell'azienda

Nel pomeriggio la precisazione. Le fermate temporanee di alcuni altoforni del siderurgico di Taranto di Acciaierie d’Italia, ex Ilva, “sono dovute solo a motivi impiantistici”. Lo dichiarano fonti ufficiali di Acciaierie d’Italia. Oggi intanto cominciano a Taranto dalle aree ghisa e acciaierie gli incontri per entrare nel merito della nuova tranche di cassa integrazione ordinaria che l’ex Ilva ha fatto partire dallo scorso 27 settembre, per 13 settimane di durata e un numero massimo medio mensile di 3.500 lavoratori. “Attendiamo di capire - spiega Antonio Talò segretario Uilm - se l’azienda effettuerà davvero in modo significativo una rotazione tra cassa integrazione e lavoro in modo da non penalizzare ancora economicamente i dipendenti che vengono già da lunghi periodi di cig”.

Ultimo aggiornamento: 8 Ottobre, 07:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA