Cinque contagiati nell'ospedale di Gallipoli: una infermiera e quattro pazienti. Un caso nel centro dialisi di Otranto

Giovedì 26 Marzo 2020
I volontari della Croce rossa montano la tenda di pretriage all'esterno dell'ospedale di Gallipoli

«Sono arrivati ora i risultati di alcuni tamponi: uno è stato confermato positivo nel pomeriggio ed ora abbiamo la conferma di altri quattro degenti positivi e di un positivo tra il personale sanitario. Dei quattro è in fase di accertamento il comune di appartenenza». Lo scrive il sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva. 

L'annuncio, arrivato ieri a tarda ora, conferma dunque un problema nell'ospedale Sacro Cuore di Gesù, molto simile a quello che ha interessato l'ospedale di Copertino, dove il coronavirus ha contagiato medici e infermieri, costringendo gli altri loro colleghi a lunghi periodi di isolamento lontani dalle corsie dell'ospedale. 

I contagiati sono pazienti ricoverati nel reparto di Medicina generale, un extralocato di Pneumologia e una infermiera in servizio in direzione sanitaria.

Coronavirus, Puglia a quota 675: altri 94 positivi. Ulteriori approfondimenti a Gallipoli

«Nel frattempo - aggiunge Minerva -, senza sosta, la Protezione Civile e la Croce Rossa lavorano per montare la tenda nella struttura ospedaliera», all'esterno del nosocomio, atteso che fino a ieri medici e infermieri erano costretti a effettuare i triage all'esterno, in uno spazio molto piccolo e al freddo.

Un caso anche a Otranto, nel centro di dialisi. E anche in questo caso a comunicarlo è il sindaco Pierpaolo Cariddi. «Alcune mappe del contagio segnalano un caso di positività da coronavirus ad Otranto, ma voglio rassicurare la popolazione circa il fatto che ad oggi nessun contagio ha interessato cittadini che vivono nella nostra città. Ho avuto invece comunicazione dal direttore del centro dialisi di Otranto della positività di un loro paziente non otrantino».

Coronavirus, arriva l'app anti-contagi per tracciare i positivi: «Ci aiuterà a ridurre il blocco»
Puglia, i nuovi positivi calano ancora: 88 (totale 1.093). Solo 3 nuovi casi nel Salento, 32 a Bari

«Il paziente - spiega Cariddi - è stato immediatamente ricoverato nel reparto Malattie infettive per essere curato mentre, per garantire la dialisi ai pazienti che erano entrati in contatto con quest’ultimo, è stato riattivato l’ospedale di Gagliano, ma ciò non toglie che i sopracitati pazienti seguiranno la procedura di quarantena. Anche gli infermieri di quel turno sono stati posti in quarantena da parte della struttura. Il direttore ha chiarito che nel centro, già dalla prima comparsa del virus sul territorio nazionale, erano stati intensificati gli interventi di pulizia e sanificazione ed erano preventivamente state adottate tutte le misure per evitare lo stretto contatto tra pazienti e personale infermieristico, attraverso l’uso dei dispositivi di protezione individuale previsti per garantire il massimo livello di sicurezza».

Ultimo aggiornamento: 27 Marzo, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA