Brindisi, il M5S non sosterrà la ricandidatura di Rossi: in pole c'è Fusco

Da sinistra, Giuseppe Conte, Valentina Palmisano, Roberto Fusco e Salvatore Giuliano
Da sinistra, Giuseppe Conte, Valentina Palmisano, Roberto Fusco e Salvatore Giuliano
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 05:00

Il Movimento 5 Stelle correrà, alle prossime elezioni amministrative, nella primavera-estate 2023, con un proprio candidato sindaco. Sembra essere questa la linea emersa dall’incontro a livello locale, al quale ha preso parte anche il coordinatore regionale Leonardo Donno, che era stato annunciato già nei giorni scorsi.

Fari puntati su Fusco

E anche se il Movimento non specifica il nome del candidato, lascia diversi indizi che fanno propendere per l’ipotesi Roberto Fusco. Anche se non sarebbe completamente da escludere anche la “carta” Salvatore Giuliano. Se così fosse, vorrebbe dire che il M5S non sosterrebbe la ricandidatura di Riccardo Rossi che, a quel punto, se il centrodestra dovesse davvero correre unito, la sua riconferma a sindaco si farebbe molto più complicata. Lunedì, esordisce infatti il coordinatore regionale pentastellato, appena riconfermato alla Camera dei deputati, «abbiamo passato una bellissima serata con candidati, eletti, attivisti e iscritti della provincia di Brindisi. È stato un incontro fruttuoso e ricco di spunti interessanti: insieme abbiamo gettato le basi per il grande lavoro che ci apprestiamo ad affrontare». Poi, Donno ringrazia i principali candidati di Brindisi e provincia alle ultime elezioni politiche. «Innanzitutto, devo ringraziare - sottolinea - la mia collega e amica Valentina Palmisano, con la quale ho condiviso questi quattro anni e mezzo di legislatura, durante i quali abbiamo combattuto e vinto tante battaglie per il territorio e per il Paese intero. Valentina ha fatto una straordinaria campagna elettorale, senza risparmiarsi: è una risorsa preziosa del M5S e sono certo continuerà a lavorare insieme a tutti noi, perché il Movimento è una famiglia e siamo tutti uniti per raggiungere un solo obiettivo, il bene di tutti i cittadini».

I prossimi appuntamenti elettorali

Ma ora occorre guardare al futuro, lascia intendere. «Siamo solo all’inizio - ricorda - del percorso per il rilancio del Movimento 5 Stelle, guidato dal presidente Giuseppe Conte e servirà l’aiuto di tutti: sono certo che la nostra comunità, che cresce ogni giorno di più, non farà mai mancare il suo apporto». E proprio in vista di quello che sarà il Movimento del futuro, non manca la menzione di due nomi che rappresentano bene, per Donno, l’essenza dei 5 Stelle. «Un ringraziamento particolare - dice infatti - ai due candidati uninominali del brindisino: al professor Salvatore Giuliano, candidato M5S all’uninominale Camera, che ha condotto una grandissima campagna elettorale». E ancora: «Ringrazio l’avvocato Roberto Fusco, candidato M5S all’uninominale Senato, un candidato di altissimo profilo e da sempre impegnato nelle battaglie per l’ambiente e la sostenibilità, che non si è risparmiato e ha dato un contributo fondamentale durante questa campagna elettorale. Roberto e Salvatore hanno ottenuto risultati straordinari, risultando appunto primi in diverse città del brindisino, con punte che hanno sfiorato il 40% dei consensi».

Il futuro del Movimento a Brindisi

Il coordinatore regionale ribadisce che proprio Giuliano e Fusco «sono risorse per il Movimento che avrà bisogno del loro grande apporto in termini di competenze, capacità e valori, per migliorare sempre più, radicarsi sui territori e lavorare per dare risposte concrete ai cittadini e alle imprese di ogni singolo comune». E poi arriva il riferimento alle prossime elezioni amministrative. «Ecco perché, proprio a Brindisi, faremo di tutto - annuncia Donno - come M5S per dare alla città un sindaco di altissimo profilo, visto anche il grande consenso che i cittadini ci hanno riconosciuto e che ci carica di enormi responsabilità, ma allo stesso tempo ci stimola a fare sempre meglio». Un sindaco di «altissimo profilo», dunque, proprio come Fusco è stato un candidato di «altissimo profilo». Un modo, forse, per lasciare intendere che proprio l’avvocato brindisino, già candidato sindaco con “Sì Democrazia” e poi diventato consigliere comunale di opposizione durante l’amministrazione Consales, sarà il nome sul quale punterà il Movimento. Anche se non è da escludere, comunque, che il candidato possa essere il preside Giuliano, già sottosegretario all’Istruzione del governo Conte. «Un grazie infine, ma non meno importante, ai consiglieri comunali e agli attivisti della provincia di Brindisi, motore di questo Movimento e base da cui ripartire più forti e determinati che mai. Siamo pronti», conclude Donno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA