Crolla un solaio, salvo il proprietario: era nell’altra stanza

Crolla un  solaio, salvo il proprietario: era nell’altra stanza
Crollano un solaio e uno stanzino adibito a lavatoio, nel pieno centro di Fasano. La tragedia è stata evitata solo grazie al fatto che l’occupante dell’appartamento, al momento del crollo, si trovava in un’altra stanza. È accaduto nella notte tra venerdì e sabato, in una vecchia abitazione sita nella centralissima via Fieramosca, dove una porzione del solaio ha ceduto, crollando all’interno mentre uno stanzino, adibito a lavatoio, è crollato all’esterno. 
I detriti sono finiti sia all’interno che per strada e solo il caso ed il fatto che il tutto sia avvenuto in piena notte non ha provocato vittime o feriti. Se nel momento del crollo ci fosse stato qualcuno in strada ora parleremmo di tragedia in quanto non avrebbe avuto scampo sotto i blocchi di cemento e tufi caduti.

Lanciato l’allarme, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Ostuni che a loro volta hanno chiesto supporto per un’autoscala da Brindisi. Intervenuta anche una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Fasano. Il boato ha spaventato i residenti della zona che si sono trovati di fronte anche uno spettacolo insolito. Infatti il proprietario dell’abitazione era anche un allevatore di uccelli e di cani. All’interno del lavatoio crollato c’era una voliera con diversi tipi di volatili che si sono dispersi mentre alcuni cuccioli di yorkshire che erano all’interno della camera crollata sono stati salvati dai vigili del fuoco. Secondo i primi accertamenti, il cedimento potrebbe essere stato provocato da cattiva manutenzione del palazzo o da qualche infiltrazione. I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza il tutto e bisognerà attendere la relazione per capire cosa abbia potuto provocare il crollo. 
Dicevamo della fortuna del proprietario che dormiva in un’altra stanza. Non ha riportato ferite. Sul luogo del cedimento si sono portati in mattinata anche alcuni agenti della Polizia locale che hanno accompagnato i tecnici comunali. Questi ultimi hanno interagito con i vigili del fuoco per capire lo stato anche della abitazioni attigue ma non sono stati presi provvedimenti in merito. Nessuno stabile inagibile dunque. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 11 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:22