Arrivano all'impianto per scaricare la plastica, il compattatore prende fuoco: feriti gravemente due operai

Sabato 19 Ottobre 2019
A fuoco un mezzo per la raccolta dei rifiuti a Villa Castelli, in provincia di Brindisi: feriti due operai travolti dalle fiamme. L'incidente è accaduto attorno a mezzogiorno. Il camion compattatore, sul quale erano a bordo due operai di una ditta specializzata nella raccolta e gestione dei rifiuti urbani, ha preso fuoco mentre erano in corso le operazioni di scarico della plastica presso un impianto di stoccaggio sito in zona Specchia Tarantina, contrada ai confini tra le campagne di Martina Franca e Villa Castelli.

Terminato il consueto giro per la raccolta porta a porta della plastica dalle abitazioni e dalle attività commerciali di Crispiano, i due operai erano impegnati a conferire l'intero carico presso l'impianto, quando - per cause in corso di accertamento da parte dai carabinieri di Martina - una scintilla ha scatenato il rogo, che in pochi secondi ha avvolto il materiale accatastato nel compattatore.

Rifiuti, svolta in arrivo: raccolta “porta a porta” nelle marine dal 2020

Dopo Monteco, la Bianco: a fuoco tre mezzi della ditta di raccolta dei rifiuti

Non è ancora chiaro se il fuoco sia partito dal mezzo o dal cassone colmo di plastica. Sta di fatto che gli operai nell'arco di pochi secondi sono stati travolti dalle fiamme, ferendo in modo grave uno dei due operatori che, nel frattempo, era sceso dal mezzo ed era intento nelle operazioni di scarico dei materiali da stoccare.

Immediati i soccorsi. Sono subito intervenuti sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri mentre l'operaio è stato trasportato presso l'ospedale Perrino di Brindisi dove sono state riscontrate dal personale medico ustioni di secondo grado su diverse parti del corpo. Ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Su quanto accaduto sono in corso indagini da parte dei carabinieri. Ultimo aggiornamento: 10:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA