Allarme bomba in municipio: individuato il presunto autore

Giovedì 16 Settembre 2021 di Salvatore MORELLI
Il municipio di Brindisi

Ha un nome il presunto autore della telefonata al 112 che martedì scorso ha generato allarme presso l'ufficio Anagrafe del Comune a causa della segnalazione della presenza di un ordigno esplosivo: la voce proveniva dalla cornetta di una cabina telefonica di piazza Crispi, ubicata nei giardinetti nei pressi della stazione, hanno scoperto poche ore dopo i carabinieri della stazione di Brindisi Centro.

Il presunto autore

Si tratta di un 46enne di Brindisi, individuato dagli investigatori grazie all’acquisizione di alcuni filmati degli impianti di videosorveglianza presenti in quell'area che, inoltre, è poco distante dal Comando provinciale dei carabinieri. A conclusione delle indagini, l'uomo è stato denunciato in stato di libertà per procurato allarme. Quel giorno, le operazioni di bonifica (avvenute con la presenza degli artificieri) presso gli uffici di via Filomeno Consiglio avevano avuto esito negativo.

I precedenti

Non si tratta del primo e falso allarme bomba che si registra in città, ultimamente: il 7 settembre, nel primo pomeriggio, un'altra telefonata aveva visto evacuare per qualche ora la stazione centrale: quel giorno il misterioso telefonista parlava di un ordigno collocato lungo i binari. Il terzo episodio, che risale a mercoledì scorso, aveva messo in allerta il Palazzo di giustizia in via Angelo Lanzillotti, nei pressi del quartiere Sant'Angelo, dove segnalazioni di questo tipo sono tutt'altro che rare. Anche qui, tutto si era improvvisamente fermato negli uffici e nelle aule (dove erano in corso procedimenti di varia natura) mentre sul posto intervenivano le forze dell'ordine per passare in rassegna l'edificio. Senza che, come accade ogni volta, emergessero evidenze della presenza di ordigni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA