Ospitalità al sindaco di Riace. Dopo Calimera anche Polignano: «Mimmo, vieni a stare da noi»

Sabato 20 Ottobre 2018
Domenico Vitto, sindaco di Polignano a Mare (Bari)

Dopo Calimera anche Polignano offre ospitalità a Mimmo Lucano, il sindaco di Riace sottoposto a divieto di dimora nella sua città perché coinvolto in un’inchiesta della Procura sulla gestione dei migranti.
Domenico Vitto, sindaco di Polignano a Mare, scrive su Facebook: «La notizia del divieto di dimora mi ha amareggiato come persona, come sindaco e come presidente Anci Puglia. Voglio quindi dire a Mimmo Lucano che Polignano a Mare e la sua comunità sarebbero felici di ospitarlo per tutto il tempo che vorrà. Per testimoniare la sua battaglia di civiltà e per diffondere buone pratiche amministrative che mettono al centro l’essere umano».
Per Vitto «Riace è un’isola felice, un posto sottratto ad un destino di abbandono e mafie. È un modello di società multiculturale in cui crediamo. Il sindaco Mimmo Lucano ha portato avanti una battaglia che parla di integrazione e dignità, due parole che citiamo spesso, ma che altrettanto spesso non riusciamo a trasformare in atti concreti. Pluripregiudicati vanno in giro a testa alta - conclude - e un sindaco onesto è costretto a nascondersi, additato e insultato anche da figure istituzionali che dovrebbero proteggerlo, ispirate da un giustizialismo d’accatto che vale solo per gli ultimi. Mimmo, vieni a Polignano!». Nei giorni scorsi anche la sindaca di Calimera, Francesca De Vito, ha offerto ospitalità a Lucano suscitando la reazione del segretario della Lega in Puglia, Andrea Caroppo, secondo il quale «la manifestazione di ospitalità è un grave spot ideologico all’illegalità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA