Viagra, uomo di 31 anni vedrà sempre rosso dopo overdose

Uomo di 31 anni vedrà sempre rosso dopo overdose di Viagra
Vedrà, forse per sempre, il mondo velato da un filtro rosso a causa di una dose eccessiva di citrato di sildenafil, la molecola del Viagra. È accaduto ad un trentunenne americano che aveva acquistato il farmaco contro di disturbi dell'erezione su Internet, sviluppando però un danno irreversibile della visione. Un caso raro pubblicato dalla rivista Retinal Cases che riporta la storia del paziente, visitato all'ospedale Mont Sinai di New York, specializzato in oftalmologia, dopo due giorni dalla comparsa del bizzarro sintomo.
 
Lo stesso paziente aveva poi riferito di aver assunto il farmaco in forma liquida, acquistato on line, senza usare la pipetta dosatrice ma bevendo direttamente dal flacone. Poco tempo dopo aveva cominciato a vedere flash multicolori, a perdere il senso del contrasto e percepire gli oggetti come attraverso un velo rosso. Il giorno dopo i flash si erano interrotti ma rimaneva il "filtro" rosso. I medici dell'ospedale newyorkese - guidati Richard Rosen, specialista di retina - dopo 2 giorni, hanno diagnosticato una tossicità retinica persistente, legata al dosaggio eccessivo del prodotto. Attraverso esami hi-tech gli specialisti hanno individuato molte ferite microscopiche sui coni (cellule fotorecettrici presenti sulla retina) responsabili della visone dei colori.

Il citrato di sildenafil era già noto per provocare disturbi visivi non gravi e reversibili in 24 ore, come la sensibilità alla luce. In questo particolare caso, oltre alla dose eccessiva assunta, ad accentuare l'effetto tossico - secondo i medici - anche la provenienza del farmaco acquistato su Internet, sconosciuta e incontrollabile. Dopo un anno, nonostante i trattamenti e i tentativi di cura, il disturbo non era variato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 4 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:04
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti