Vaccini, Italia divisa in due: in Lombardia dosi ai 16enni, ma Sicilia e Calabria sono indietro con gli anziani

Sabato 15 Maggio 2021 di Mauro Evangelisti
Vaccini, Italia divisa in due: dosi a 16 anni, ma è indietro sugli anziani

Sulle classi di età da vaccinare l’Italia si sta spaccando. Ogni Regione segue strategie differenti e si passa da un annuncio all’altro: sembra quasi un gioco al rialzo per mostrare chi immunizza i più giovani. Tutto comincia con la circolare del commissario Figliuolo: dal 17 maggio le Regioni possono partire con i quarantenni. Evviva, vuole dire che gli anziani sono già stati protetti e che abbiamo dosi a sufficienza per quelli nati negli...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA