Benzina e gasolio, decreto in arrivo: verso il taglio da15 cent per litro. E bollette a rate

Martedì 15 Marzo 2022

Sforbiciata da 15 centesimi a litro sul prezzo della benzina e del gasolio: il governo è pronto al taglio sulle accise e lavora al decreto che dovrebbe essere approvato in Consiglio del Ministri già giovedì. Un taglio da finanziare attraverso l’extragettito Iva. Ma Palazzo Chigi è al lavoro anche sulle bollette: a partire dalla possibilità di rateizzarle. Una serie di misure indispensabili per attenuare la "fiammata" su carburanti, luce e gas. Del resto anche in Puglia  ormai il prezzo della benzina ha superato quota 2,3 euro per un litro. Stesso trend per il diesel: 2,33 euro per un litro.

Taglio da 15 cent sui carburanti

Il totale dell’extragettito Iva solo nel mesi di marzo ammonta 200 milioni solo a marzo secondo Assopetroli. E nel giro di 12 mesi potrebbe garantire entrare per circa 2 miliardi. Risorse che potrebbero consentire di tagliare il prezzo alla pompa di almeno 15 centesimi, secondo le stime del governo. Lo strumento sarà il taglio delle accise e la riduzione dei prezzi potrebbe entrare in vigore già nei prossimi giorni, dopo il via libera del Decreto in Consiglio dei ministri e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

Bollette a rate

Per alleggerire il costo delle bollette lo strumento previsto dal governo sarà quello della rateizzazione rafforzata. Già oggi ai cittadini è garantita la possibilità di pagare il 50% su gas e luce subito e il resto in dieci trance. Ora l'idea del governo è quella di ampliare questo meccanismo e di mettere sul tavolo 800 milioni di fondi per le imprese. Si vedrà. 

 

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA