Scritte contro l'Antimafia a Calimera, denunciato anarchico

Le scritte
Le scritte
2 Minuti di Lettura
Martedì 4 Ottobre 2022, 14:28 - Ultimo aggiornamento: 20:15

È stato identificato e denunciato a piede libero dalla Digos il presunto autore delle scritte contro l'Antimafia apparse a Calimera nel giorno dedicato alla memoria del caposcorta di Giovanni Falcone, Antonio Montinaro. Si tratta di un componente di un gruppo anarchico della provincia di Lecce.

I fatti

I fatti risalgono all'8 settembre. Agenti della polizia locale si accorsero della presenza, sul muro perimetrale della scuola elementare "S.Ten Raffaele Spro", in via Kennedy. Le scritte erano le seguenti: «Il carcere uccide». E poi ancora: «Antimafia tortura - No al 41bis liberi tutti - Alfredo Libero», il tutto siglata dalla A cerchiata, simbolo identitario degli anarchici. 

Le immagini delle telecamere e le perquisizioni

L’attività investigativa svolta da personale della Digos, che ha visionato le immagini delle tantissime telecamere presenti nel paese e ha contato sulle conoscenze "storiche" dei personaggi gravitanti nell’area anarchica, ha permesso di identificare il presunto autore delle scritte, come si diceva componente del gruppo anarchico del Salento che è stato denunciato alla procura di Lecce. È stata altresì disposta una perquisizione domiciliare che ha consentito agli investigatori della Digos di acquisire altri importanti elementi utili, tra cui periodici d’area che sono stati sottoposti a sequestro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA