Anm, ecco gli eletti della nuova Giunta. Scardia verso la presidenza

Martedì 20 Aprile 2021 di Erasmo Marinazzo

Eletta la nuova Giunta della sezione distrettuale dell’Associazione nazionale magistrati. Scaduto il mandato del presidente Maurizio Saso insediatosi ad aprile del 2017, con il nuovo corso dell'Anm quella carica potrebbe essere ora assegnata ai due magistrati che hanno raccolto più preferenze nel voto elettronico tenutosi sulla piattaforma Eligo che ha eliminato le schede, le affluenze, il pericolo di assembramenti ed ha garantito maggiore rapidità ed allo stesso tempo riservatezza: 69 le preferenze accordate al presidente della sezione unica penale della Corte d’Appello di Lecce, Vincenzo Scardia, presidente nel mandato 2001-2004. E 68 quelle per Cinzia Mondatore, presidente della seconda sezione del Tribunale civile.

 

I nomi degli eletti

 


Il voto che ha chiamato alle urne, urne elettroniche, i magistrati del distretto di Corte d’Appello di Lecce, Brindisi e Taranto ha designato la Giunta. In tutto 144 i voti assegnati all’unica lista in lizza (negli ultimi 20 anni la lista è stata sempre unitaria). Con i giudici Scardia e Mondatore sono stati eletti anche Gianluca Fiorella, giudice del tribunale di Brindisi: 63 voti. Laura Orlando, giudice del Tribunale di Taranto: 60 voti. Giovanni Caroli, giudice del Tribunale di Taranto: 45 voti. Luca Miceli, pubblico ministero della Procura di Brindisi: 31 voti. E Maria Vallefuoco, pubblico ministero della Procura di Lecce.

 

Scardia in pole per la presidenza

 


A breve la nuova Giunta Anm si insedierà per designare le cariche di presidente, segretario e tesoriere e dare in pratica seguito alle diverse assemblee tenutesi nei mesi scorsi per raccogliere le disponibilità fra i magistrati intenzionati a dedicare una parte del loro tempo alla tutela i valori costituzionali, l’indipendenza e l’autonomia della magistratura.
L’ultimo quadriennio è stato caratterizzato da una crisi di credibilità della magistratura per l’inchiesta giudiziaria e le chat riguardanti l’ex presidente nazionale dell’Anm, Luca Palamara. In tempi più recenti l’associazione si è schierata nella battaglia per fare vaccinare anche gli operatori della giustizia poiché facenti parte delle categorie a rischio di contagio da Covid 19. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA