Esplode la bombola del gas, muore una donna: aveva ustioni sul 90% del corpo

Venerdì 7 Febbraio 2020

Le ustioni riportate dopo l'esplosione della bombola a gas della sua baracca non le hanno lasciato scampo. È morta nella tarda serata di giovedì 6 febbraio la donna di origini africane gravemente ferita il 4 febbraio nel ghetto dei migranti a Borgo Mezzanone, in provincia di Foggia. La donna si trovava ricoverata in Rianimazione al Policlinico di Bari, con profonde ustioni sul 90% del corpo.

Esplode una bombola di gas: gravemente ustionata una donna

Non è stata ancora accertata la sua identità: gli inquirenti non hanno trovato documenti di riconoscimento, ma dalle informazioni raccolte fra i migranti del ghetto si tratterebbe di una donna 30enne proveniente dalla Nigeria. L'eplosione della bombola del gas aveva poi provocato l'incendio che ha distrutto alcune baracche. 

Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA