Tornano da Brescia in Puglia, a piedi l'ultimo tratto della A14: denunciati

Mercoledì 25 Marzo 2020
Le fabbriche hanno chiuso e quindi sette operai di Molfetta e Terlizzi, provincia di Bari, hanno scelto di lasciare Brescia, dove sono residenti, e tornare in Puglia, violando il decreto del Governo “Io resto a casa”, varato per contenere il contagio da coronavirus. I sette hanno lasciato un piccolo furgone a noleggio al casello autostradale e poi si sono diretti a piedi in città. Ad immortalare la marcia dei primi due sono state le telecamere dei comuni, costantemente monitorate dalla Polizia locale.

Controlli, tolleranza zero su attività all'aperto e spostamenti. Limiti per i cani, spesa due volte a settimana, segnalazioni anonime: le scelte dei Comuni
In vacanza con la pandemia, i carabinieri fermano dieci turisti siciliani: «Siamo qui per trascorrere il week end»

I sette, quindi, sono stati fermati dagli agenti ed è partita la segnalazione ai carabinieri che hanno identificato anche gli altri cinque. Per tutti è scattata la denuncia. I sette sono riusciti ad attraversare l'Italia, arrivando in Puglia alle 19.30 di ieri. Alcune delle 160 telecamere dei comuni che si trovano lungo il loro percorso, li hanno ripresi mentre, con borsoni,  trolley e mascherine sul volto, percorrevano i pochi chilometri dal casello alla città, lungo la provinciale Molfetta-Terlizzi.
  Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 08:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA