Intrappolata nell'appartamento in fiamme a Roma: vicino coraggioso le salva la vita, morti i suoi tre gatti

Venerdì 21 Gennaio 2022 di Emiliano Bernardini
Intrappolata nell'appartamento in fiamme a Roma: vicino coraggioso le salva la vita, morti i suoi tre gatti

La sigaretta che cade sul divano, distrazione o tragica fatalità, le prime fiamme che in breve inghiottono tutto. Una colonna di fumo bianca e densa che rende l'aria irrespirabile a chilometri di distanza. Poteva trasformarsi in una tragedia ancor più grande l'incendio che ieri sera ha distrutto un appartamento al piano terra in via Mondino de Luzzi angolo vicolo dei Canneti de' Luzzi, una strada perpendicolare a viale Ippocrate e invece, grazie all'intervento di un vicino eroe, la signora che ci abitava si è salvata. È ricoverata al policlinico Umberto I per intossicazione e con ustioni. Non hanno avuto la stessa fortuna però tre dei suoi gatti poi trovati morti nella casa dai vigili del fuoco.


DINAMICA
Tutto è iniziato poco prima delle 22 quando dall'appartamento è cominciato ad uscire un fumo denso. L'odore di bruciato in breve tempo si è diffusa in tutto il palazzo tanto che molti si sono precipitati alle finestre per vedere cosa stesse accadendo. Dall'interno dell'appartamento al piano terra ecco comparire anche delle fiamme e le urla della 57enne che ci abita. Il fumo e il fuoco le impedivano di trovare una via d'uscita. Un suo vicino però è riuscito ad introdursi nel giardino e rompendo una delle porte finestre si è introdotto nell'appartamento salvando la signora Bianca. Intanto alcuni avevano allertato vigili del Fuoco e polizia, altri, invece, si sono subito adoperati per chiudere il rubinetto generale del gas. La paura era quelli di possibili esplosioni. Non un intervento semplice quello fatto dai pompieri visto che le fiamme si sono propagate velocemente a causa della vegetazione incolta del giardino e per via dei tanti oggetti presenti in casa. Soprattutto giornali.


STABILE EVACUATO
La signora che da anni vive in quello stabile e che molti hanno definito un po' stravagante, non ha mai fatto opera di manutenzione sia all'interno dell'appartamento sia all'esterno. Lì al piano terra di Mondino de Luzzi viveva da sola insieme ai suoi gatti in una condizione che in molti hanno definito d'indigenza. Una situazione che ha favorito il propagare delle fiamme. Nello stabile così come in zona si sono vissute ore di terrore. In particolare è stata tanta la paura per gli altri abitanti dello stabile. Soprattutto per chi abitava nei piani più alti. Il fumo denso ha reso complicata l'evacuazione tanto che alcuni sono rimasti intrappolati per diverso tempo prima di riuscire a mettersi in salvo. E parecchio tempo hanno impiegato anche i vigili del fuoco a domare le fiamme.


Quando finalmente sono riusciti ad introdursi in sicurezza all'interno dell'appartamento hanno rinvenuto tre gatti morti. Tutto il palazzo è stato evacuato e solo il controllo di tutti gli appartamenti gli altri inquilini sono potuti rientrare in casa. L'appartamento da cui è partito l'incendio è stato dichiarato inagibile mentre il resto della palazzina non ha riportato danni strutturali. La signora classe 1965 è stata ricoverata al Policlinico Umberto I con ustioni di primo grado. Le sue condizioni però non sono state definite gravi.


ODORE ACRE E OCCHI ROSSI
Come detto l'odore acre e la forte puzza di bruciato ha avvolto gran parte del quartiere. Intorno alle 23 l'aria era ancora irrespirabile e gli occhi bruciavano a chilometri di distanza, tanto che in molti ieri sera si chiedevano cosa fosse successo. I più davano la colpa a qualche cassonetto andato in fiamme, altri ancora ad uno dei roghi tossici dei campi rom e invece era l'odore di una tragedia scampata.
 

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 08:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA