Migranti, è arrivata a Taranto la Alan Kurdi con 88 passeggeri

Venerdì 1 Novembre 2019
È arrivata questa mattina nel porto di Taranto la Alan Kurdi, la nave con a bordo 88 migranti, tra cui 5 minori e una sola donna. Le operazioni di sbarco si sono concluse senza particolari intoppi, anche dal punto di vista della situazione all’esterno dell’area di attracco. Ma dopo le polemiche che avevano preceduto l’arrivo della Alan Kurdi, non ci sono state particolari tensioni, a parte un battibecco tra un rappresentante della Lega ed un operaio dell’associazione Liberi e pensanti. Gli 88 migranti, attualmente sistemati nell’hotspot tarantino, nelle prossime ore verranno trasferiti secondo gli accordi assunti a livello europeo secondo i quali la Germania e la Francia ne accoglieranno 60, il Portogallo cinque e l'Irlanda due. In Italia ne resteranno 21.


LEGGI ANCHE: Germania, 40mila in piazza per Carola Rackete (e contro il governo italiano)
LEGGI ANCHE: Lampedusa: naufraghi sbarcati nella notte, veliero Alex sequestrato

E si lavora anche per introdurre correttivi all'accordo firmato nel febbraio 2017 con la Libia: dem e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio sono in pressing per migliorare il testo contestato, non solo dalle ong, per le violazioni ai diritti umani. Occorre «rafforzare le condizioni per i migranti, migliorarle di molto sia nei centri sia nella gestione dello sbarco, quando la Guardia Costiera li salva in mare. È un lavoro che stiamo facendo con Unhcr e Oim», ha detto Di Maio.
La Alan Kurdi aveva soccorso sabato scorso 88 migranti, intervento contrastato dalla guardia costiera libica che avrebbe usato anche le armi, ha denunciato Sea Eye.  Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 11:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA