Giochi del Mediterraneo, pubblicato il bando per la piscina olimpica a Taranto: ecco dove sarà realizzata

Giochi del Mediterraneo, pubblicato il bando per la piscina olimpica a Taranto: ecco dove sarà realizzata
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Gennaio 2023, 15:17 - Ultimo aggiornamento: 15:19

In vista dei XX Giochi del Mediterraneo che si terranno a Taranto nel 2026 oggi è stato pubblicato il bando internazionale per la progettazione architettonica della piscina olimpica. In seguito ai saggi archeologici è stata definita la localizzazione della struttura, che sarà nell'area prospiciente Torre d'Ayala, rivolta verso il Mar Grande. La piscina consentirà di svolgere nuoto in vasca ma anche nuoto in acque libere.

Il bando, a cura del Comitato organizzatore TA2026, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale e sulla piattaforma informatica dedicata ai concorsi di progettazione. Il concorso si svilupperà sulla base del progetto preliminare redatto dall'Agenzia regionale Asset, con cui sono stati individuati gli spazi funzionali, il dimensionamento, i criteri di progettazione dell'impianto natatorio basati sull'ecosostenibilità, sull'autosufficienza energetica e sull'innovazione tecnologica.

Come funzionerà il bando

Potranno partecipare gruppi di progettazione a livello nazionale e internazionale che dimostrino alta professionalità ed esperienza in campo architettonico e paesaggistico. Il cronoprogramma prevede una prima fase che si concluderà il primo marzo 2023; quindi la commissione internazionale nominata dal Comitato organizzatore selezionerà, entro il 10 marzo, le migliori cinque proposte ammesse alla seconda fase progettuale, che si concluderà il 9 aprile con la presentazione dei progetti architettonici.

Il 14 aprile sarà pubblicata la graduatoria finale e proclamato il gruppo vincitore che entro il 23 giugno dovrà trasmettere il progetto completo di fattibilità tecnico-economica propedeutico all'appalto dei lavori. Lo Stadio del Nuoto prevede la possibilità di svolgimento di manifestazioni internazionali grazie a due vasche da 50 mt di cui una coperta e l'altra scoperta, oltre ai servizi di supporto per gli atleti e per il pubblico con differenziazione dei percorsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA