Vicenza-Lecce, la società veneta: «Basta ricostruzioni “creative”». Il questore vicentino: «Lo steward non c'entra, petardo lanciato dai tifosi giallorossi»

Vicenza-Lecce, la società veneta: «Basta ricostruzioni “creative”». Il questore vicentino: «Lo steward non c'entra, petardo lanciato dai tifosi giallorossi»
4 Minuti di Lettura
Domenica 1 Maggio 2022, 22:14 - Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 11:40

«La società LR Vicenza - si legge -, in merito ai fatti verificatisi ieri dopo la rete siglata dal Lecce e in considerazione delle ipotesi “creative” che stanno caratterizzando in queste ore le cronache web e social, non può esimersi dal condannare fermamente il comportamento di alcuni tifosi resisi protagonisti del reiterato lancio di forti petardi, avvenuto anche prima del fatto in oggetto, che hanno costretto al 70’ il portiere Contini e un raccattapalle a lasciare il campo, perché storditi dallo scoppio degli stessi e ad interrompere la gara per circa 10 minuti».

La ricostruzione

Dopo ore di polemiche e dopo che, la turbolenta conclusione di Vicenza-Lecce, ieri, è finita anche all'attenzione di parlamentari come il dem Dario Stefàno, interviene il Vicenza, che affida a una durissima nota la sua posizione e visione dei fatti. La società «rigetta le farneticanti, risibili e sconsiderate ipotesi, uscite sui social e riprese da alcuni media, tese a scaricare la responsabilità del lancio, invece che dal settore della Curva Nord, sugli steward in servizio a bordocampo, i quali in quel frangente erano impegnati a dirigersi velocemente verso un altro bambino raccattapalle, travolto dalla caduta dei led e rimasto a terra, lievemente ferito ad una gamba. Versione già confermata dalle immagini che escludono tale responsabilità; riservarsi, all’esito dei necessari approfondimenti delle Autorità competenti e conseguenti riflessioni, ogni eventuale azione a difesa della propria immagine e di quella dei propri collaboratori, nonché dei danni subiti all’impianto a bordo campo e ai servizi igienici del settore in oggetto».

Video

Il questore

Intanto, per la Polizia vicentina agli ordini del questore Paolo Sartori, non ci sarebbero dubbi: il petardo non è stato piazzato da uno steward, ma sarebbe stato lanciato «al 100% dai tifosi ospiti», ovvero i giallorossi. Sartori ha infatti chiarito nelle scorse ore - in una dichiarazione riportata dal “Corriere Salentino” che gli agenti della polizia scientifica stanno visionando «tutti i filmati effettuati durante l’incontro di calcio, anche quelli registrati dalle telecamere della polizia. Certo è che l’ipotesi fatta trapelare secondo cui sarebbe potuto essere coinvolto uno steward non corrisponde al vero. Dagli elementi che abbiamo raccolto sinora, possiamo già escluderlo al 100 per cento: sono stati lanciati un fumogeno ed un petardo e sono sicuramente partiti dal settore occupato dai tifosi del Lecce».

Domani è atteso, intanto, il pronunciamento del giudice sportivo. «I miei funzionari - ha aggiunto Sartori - sono in contatto anche con la procura federale. Se abbiamo i volti degli autori? Al momento non posso dire nulla, perché ci sono indagini in corso. Le certezze ad oggi sono due: che il petardo sia stato lanciato dal settore degli ospiti e che dagli elementi analizzati non emerga alcun elemento che possa far pensare al coinvolgimento dello steward».

© RIPRODUZIONE RISERVATA