Salento, il noleggio auto è un salasso: i prezzi all'aeroporto di Brindisi anche il quadruplo di Ibiza e Santorini

Salento, il noleggio auto è un salasso: i prezzi all'aeroporto di Brindisi anche il quadruplo di Ibiza e Santorini
di Alessio PIGNATELLI
4 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Giugno 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 20:55

Altro che Ibiza o Santorini. E niente a che vedere con Sardegna o Croazia. Il Salento svetta e sbaraglia tutti ma il record non è esattamente positivo: i costi per noleggiare un’auto dall’aeroporto di Brindisi per una settimana variano dai circa 700 euro per un’utilitaria a oltre 1.300 euro per auto più grandi. Cifre esorbitanti a seconda della tipologia del mezzo scelto per un periodo che copre la settimana prossima dal 13 al 20 giugno. Per intendersi: gli stessi giorni in una località top del turismo come Ibiza il range va dai 180 euro circa per un’utilitaria ai 300 euro per un Suv. Insomma, non proprio uno spot per incentivare gli arrivi dei visitatori che, molto spesso, una volta sbarcati a Brindisi hanno la necessità di noleggiare un mezzo a causa di una rete dei trasporti locali a singhiozzo.

I confronti con i principali competitor

Le lamentele che corrono sui social trovano riscontro nella realtà ed è sufficiente un’analisi su uno dei portali più accreditati: Rentalcars.com è il marchio commerciale di Booking.com e confronta le compagnie di noleggio più popolari. Come detto, prendendo in considerazione lo stesso periodo per i diversi scali, le differenze sono abissali. Il noleggio all’aeroporto brindisino dalle ore 10 di lunedì prossimo e per sette giorni di una Fiat 500 è di 686 euro. È l’offerta più bassa tra le varie compagnie mentre c’è più disponibilità di Fiat Panda ma i costi, in questo caso, possono arrivare anche a 1.005 euro, praticamente più di 140 euro al giorno. Attenzione, parliamo di auto piccole. Se invece ci sono esigenze familiari differenti o comunque si vuole optare per un’auto un po’ più grande, l’impennata è assicurata: per una Jeep Renegade o una Peugeot 308 si sfondano i 1.300 euro per l’intera settimana. Al giorno, quindi, quasi 200 euro.

Prezzi salatissimi cui aggiungere i rincari sui carburanti che impattano decisamente su una vacanza. “Tutta colpa della crisi”, si dirà. Ebbene, non è proprio così perché spostandosi in altri aeroporti la situazione cambia di parecchio. Naturalmente, gli esempi in questione sono quelli dei competitor del Salento a livello di offerta turistica. Ma prima di analizzare gli scali delle località più cool, anche l’aeroporto di Bari ha prezzi un po’ più accessibili: il noleggio di una Fiat 500 la prossima settimana si aggira intorno ai 582 euro, la versione “large” meno di 700 euro e un Suv meno di 800 euro. Offerte non stracciate ma comunque più basse rispetto ai prezzi salentini.

Gli altri centri della movida

Ma il range si allarga notevolmente su quelli che sono, nell’immaginario collettivo, i centri della movida internazionale. Chi vuole raggiungere la Costa Smeralda e i suoi luoghi iconici come Porto Cervo o Porto Rotondo deve atterrare a Olbia: ebbene, si trova disponibilità di Fiat 500 a 550 euro o Fiat Panda 619 euro mentre sale un po’ il prezzo di Captur o Suv simili 750 euro. Spostando il navigatore all’estero, ecco le differenze più marcate. La capitale del divertimento mondiale è probabilmente Ibiza, spesso accomunata al Salento per la tipologia di offerta. Non certamente simile quella degli autonoleggi, però: in aeroporto una Panda per quella settimana si porta a casa per soli 183 euro, Volkswagen T-Cross o un Suv simile 260 euro, una Kia Sportage a 304 euro.

Si potrà obiettare: la destinazione spagnola si rivolge soprattutto ai giovani - ma lo stesso discorso potrebbe valere per il Salento - e quindi i prezzi devono essere più bassi necessariamente. Nemmeno quello. Perché un altro esempio è Santorini, senza dubbio rispetto alle altre isole della Grecia, la più costosa: nella stessa settimana di giugno per una Panda si pagano 243 euro, per una Nissan Juke 323 euro e per una Seat Arona o un Suv similare 378 euro. E la Croazia? Meno di 25 euro al giorno per avere una Seat Ibiza o un’utilitaria (in totale 156 euro) a Dubrovnik, qualcosa in più di 30 euro quotidiane per scegliere un Suv (totale 236 euro). Insomma, i paragoni sono senza appello e le considerazioni finali pure: se utilizzare i trasporti pubblici diventa un’odissea tra ritardi e pochi servizi, girare il Salento affittando un’auto è un vero e proprio salasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA