Covid, in Puglia un incremento di casi del 44 per cento. Ancora poche le quarte dosi di vaccini

Covid, in Puglia un incremento di casi del 44 per cento. Ancora poche le quarte dosi di vaccini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 9 Gennaio 2023, 13:06

Oggi in Puglia si registrano 430 nuovi casi di positività al Covid su 4.586 test giornalieri per una incidenza del 9,37% (ieri 14,5%). Una persona è deceduta (ieri 4). I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 139, nella provincia Bat 36, in quella di Brindisi 45, nel Foggiano 50, in provincia di Lecce 106, in provincia di Taranto 52. Sono risultate positive in Puglia anche due persone residenti fuori regione. Complessivamente in Puglia ci sono 18.843 positivi 253 dei quali sono ricoverati in area non critica (ieri 258) e 16 in terapia intensiva (come ieri).

Il Puglia l'incremento dei contagi

In Puglia nella settimana dal 30 dicembre al 5 gennaio si è registrato un incremento dei contagi Covid-19 pari al 44% rispetto alla settimana precedente e, parallelamente, l'incidenza è salita a 284,7 casi ogni 100mila residenti. Emerge dal nuovo report della fondazione Gimbe. È sotto la media nazionale il tasso di occupazione dei posti letto in area medica, pari al 9,7%, mentre è sopra media nazionale nelle terapie intensive, pari al 3,4%. In termini percentuali, la provincia di Bari è quella che nell'ultima settimana di monitoraggio ha registrato il maggior incremento di contagi, +62,6%; segue quella di Taranto (+49,8%), Brindisi (+44,8%), Bat (+35,1%), Lecce (+32,7%) e Foggia (+29,7%).

Bassa la copertura vaccinale

Il tasso di copertura vaccinale con quarta dose in Puglia resta basso, meno di un pugliese su quattro si è sottoposto alla somministrazione, per la precisione il 22,6% contro una media nazionale del 29,7%. Lo rileva il monitoraggio della fondazione Gimbe. La percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 12,6% contro una media nazionale del 12%; mentre la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 8,2%, media italiana 10,7%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA