"Dovevano sposarsi". Morti nello scontro tra auto: inseparabili sino alla fine

"Dovevano sposarsi". Morti nello scontro tra auto: inseparabili sino alla fine
di Pino GRECO
3 Minuti di Lettura
Martedì 5 Ottobre 2021, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 22:30

Il loro profilo Facebook racconta di un amore grandissimo: tante foto insieme, abbracciati, sorridenti. Si volevano sposare Claudio e Serena. Di recente avevano partecipato al matrimonio di alcuni amici ed era stata proprio Serena a uscire trionfante dal lancio del bouquet: in una foto lo esibisce, abbracciata al suo Claudio, e scherza: «Allora quando ci sposiamo? A ottobre?».

Lui morto sul colpo, lei in ospedale


In una mattinata limpida e soleggiata di ottobre, invece, la coppia ha trovato la morte. Claudio Cutrino, 43 anni, di Poggiardo, è deceduto sul colpo a seguito del violento scontro di una Bmw contro la sua Punto, impatto che è avvenuto proprio dal lato del conducente. Serena Legari, 31 anni, di Tricase, in condizioni gravissime, ha fatto in tempo ad arrivare in ospedale: i medici hanno cercato disperatamente di salvarle la vita, ma non ce l’hanno fatta. È morta qualche ora dopo il suo Claudio.

Fidanzati da anni: pensavano al matrimonio

Claudio e Serena erano fidanzati da anni e vivevano insieme a Tricase, nell’appartamento della famiglia di lei. Non avevano figli insieme, ma sia lei che lui erano genitori: avevano due bambini avuti dalle precedenti relazioni. Ed erano entrambi molto noti a Tricase . Il papà di Serena è un ex dipendente dell’azienda “Pitton Cavalieri”, mentre il fratello Cristian è un agente di polizia locale e anche il presidente della Protezione civile di Tricase. 

I bimbi piccoli nati da precedenti relazioni

Due famiglie distrutte, alla notizia della tragedia che è arrivata come un fulmine a ciel sereno. gli amici della coppia non riescono a farsene una ragione. «Non possiamo credere che una disgrazia così grande sia accaduta proprio a loro», racconta Antonella Mastria, una delle amiche di Serena, «Serena - prosegue, commossa - aveva un sorriso che divetava contagioso. Non ci sono parole in questi momenti». «Erano nostri clienti - fa sapere Giuseppe Chezzi della pasticceria Golosa, nella centralissima piazza dei Marinai - Claudio e Serena sono stati qui sabato scorso, come sempre erano molto gentili, si scherzava con qualche battuta. Non mi sembra vero che sia successa una tragedia familiare così grande». Anche sui loro profili Facebook, sono decine i messaggi di cordoglio di chi conosceva la coppia e si unisce al dolore dei familiari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA