Il selfie della consigliera con dedica alla Decima Mas
La Cgil: «Si dimetta e il Comune cambi allestimento»

Il selfie della consigliera con dedica alla Decima Mas La Cgil: «Si dimetta e il Comune cambi allestimento»
di Alessandra LUPO
5 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Dicembre 2018, 23:38 - Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 19:06
LECCE - Non ha proprio resistito alla tentazione Federica De Benedetto. La consigliera comunale di Forza Italia ha infatti postato su Facebook un selfie scattato in piazza Mazzini, a Lecce, dove campeggia la scritta Xmas (Christmas) allestita per le feste natalizie.
La consigliera ha però giocato sul doppio senso, dedicando la foto alla Decima Mas, reparto segreto della Regia Marina per l’utilizzo dei nuovi mezzi d’assalto subacquei e di superficie, operante durante il ventennio, con tanto di commento "Memento audere semper", motto della flottiglia molto caro ai nostalgici del Fascismo.
Il post ha scatenato parecchia indignazione, soprattutto per il ruolo pubblico ricoperto dalla consigliera. Ma nelle scorse ore sono stati in tanti a ricorrere alla medesima trovata postandola sui social e trasformando la piazza in una postazione da selfie molto poco natalizi.

La stoccata della presidente del Consiglio
«Voglio pensare che sia frutto di semplice cattivo gusto la scelta di una consigliera di interpretare uno degli allestimenti di Piazza Mazzini come un richiamo alla famigerata Decima Flottiglia Mas - scrive in un post la presidente del Consiglio comunale leccese Paola Povero, unità speciale della marina schierata dopo l'armistizio con i nazisti e protagonista di efferati eccidi ai danni dei civili italiani e di quanti si opponevano al regime di Hitler spalleggiato dalla Repubblica sociale italiana».

«Per quanto goliardico, il fatto resta grave e increscioso, e come Presidente del Consiglio Comunale voglio condannare fermamente questo gesto inaccettabile e ingiustificabile che non può essere ridotto a una semplice “bravata”. E un consigliere comunale, che è un ufficiale pubblico e rappresenta anche nel privato un punto di riferimento per i cittadini, sarebbe il caso si attenesse a un maggiore senso di responsabilità, evitando di maneggiare questi temi con superficialità. Mi preme ricordare, perché qualcuno spesso fa poco esercizio di memoria, che la nostra Repubblica è nata dalla Resistenza e si è definita e sviluppata in totale contrapposizione al fascismo. Non c’è ironia o goliardia che tenga».
Cgil: «De Benedetto si dimetta», il Comune cambi l'allestimento
L’incredibile episodio che vede protagonista la consigliera comunale di Lecce Federica De Benedetto (eletta nelle liste di Forza Italia) è emblematico del progressivo sdoganamento del fascismo e delle ideologie di estrema destra in atto nel Paese. Ma è anche il frutto della sottovalutazione del fenomeno da parte dell’Amministrazione comunale.
Il selfie scattato davanti alla scritta XMAS, e poi pubblicato su Facebook (quindi reso pubblico) con tanto di motto dannunziano e riferimento alla famigerata Decima Flottiglia Mas, dal punto di vista politico è ingiustificabile in un Paese che fonda sulla legittimità antifascista la propria Costituzione. Ancor più incomprensibile se a fare ciò è una consigliera comunale, ossia un pubblico ufficiale che ha giurato di rispettare il dettato Costituzionale.
Il gesto dimostra quantomeno ingenuità e una conoscenza faziosa della storia del nostro Paese, in particolare dei crimini di guerra e contro l’umanità di cui si macchiò la citata “Xa MAS”. Pur volendo derubricare il gesto a mera goliardata, resta il cattivo gusto e l’irresponsabilità istituzionale, che dimostra l’inadeguatezza della consigliera a rappresentare i cittadini. Tanto ci basta per chiedere alla consigliera comunale De Benedetto un atto di responsabilità vero: si dimetta.
Resta aperto anche un altro aspetto. Siamo sicuri della buona fede dell’Amministrazione Comunale nell’allestimento di piazza Mazzini. Di certo assessorato e responsabili del procedimento avranno cercato di dare un tocco di esterofilia all’addobbo natalizio. In tutto il mondo infatti “XMAS” significa “Christmas”, ossia “Natale”. A Lecce, come dimostra l’inopportuno post, questa scelta presta il fianco a strumentalizzazioni e peggio ancora al rischio di emulazione. Forse sarebbe stata necessaria una maggiore attenzione, a cominciare dell’uso di un carattere meno assimilabile alla tradizione fascista. Alla luce di queste polemiche e dei rischi qui richiamati, sarebbe opportuno che il Comune valuti la possibilità di sostituire quella scritta con una meno equivoca.
A Lecce non serve solo cambiare l’immagine della città, piuttosto è necessario incidere sulla cultura della cittadinanza. A tal proposito – pur accogliendo con sollievo la presa di posizione su questo caso da parte della presidente del Consiglio Comunale, Paola Povero – la città sta ancora attendendo un passo formale dell’Amministrazione Comunale sulla richiesta di concedere gli spazi pubblici solo a chi dichiari ufficialmente di riconoscersi nei valori dell’antifascismo.

La solidarietà di Forza Italia
«Non si fanno mancare nemmeno a ridosso delle festività natalizie le sterili e inutili polemiche che qualche ben pensante prova ad alimentare in questa città. Oggi il nostro pensiero e la nostra solidarietà vanno alla nostra Consigliera Comunale Federica De Benedetto, raggiunta poche ora fa da futili e pretestuose polemiche per una foto da lei postata su Facebook, in Piazza Mazzini. Secondo alcuni, la foto avrebbe un non-so-che di nostalgico, avendo posato la nostra Federica accanto accanto all'addobbo natalizio piazzato dall'Amministrazione recante la scritta "XMAS". Le allusioni alla Decima MAS, il reparto segreto d'assalto della Marina Regia sono davveri futili: 1) perché la X MAS rappresentò all'epoca della sua attività uno dei corpi d'azione tra i più apprezzati al mondo; 2) perché il senso della foto era evidentemente ironico, volto a scherzare sulla configurazione grammaticale dell' addobbo natalizio. Cogliamo l'occasione  per augurare a tutti un "Buon Natale", senza polemiche frutto di sterili pregiudizi».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA