Il Lecce batte il Cosenza: 3-1. Accolto l'appello di Corini: «Finalmente invertiamo il trend casalingo»

Domenica 21 Febbraio 2021 di Francesco BUJA

L'illusione del colpaccio Cosentino al "Viale del Mare" dura quattro minuti, poiché al vantaggio di Gliozzi risponde Coda su rigore. Poi nel secondo tempo i giallorossi raddoppiano con Mancosu, ancora dagli undici metri, e concludono l'opera nel final con Meccariello. Hanno però faticato per trovare spazi in avanti, grazie all'attenta difesa dei silani. I quali pagano errori in retroguardia. Lecce vittorioso ancora una volta in rimonta e di nuovo lanciato a recuperare il terreno perduto.

SECONDO TEMPO

94': il Cosenza ci prova con un tiro di Petrucci dalla distanza,  conclusione ribattuta da Pisacane. Poi il signor Giua fischia tre volte. Lecce batte Cosenza per tre a uno.

92' : il Lecce spinge ancora: Mancosu per Pettinari, ma Falcone blocca la sfera in uscita.

90' ma non è ancora finita. Decisi quattro minuti di recupero.

All'85' ancora il Lecce in vantaggio: Punizione di Mancosu, sponda di Maggio e Meccariello si tuffa  per buttarla in rete: 3-1

82': Occhiuzzi prova a potenziare l' offensiva: Sueva per Legittimo. E fa uscire Sciaudone,  entra Ba

79':  Corini difende il vantaggio: inserisce il difensore Pisacane al posto del mediano Majer

Il Lecce passa in vantaggio al 77': Mancosu trasforma il penalty, anche se Falcone intuisce l'angolo ma è 2-1.

76': rigore per il Lecce, per atterramento di Mancosu da parte di Sciaudone, entrato da dietro.

75': cambio per il Cosenza: esce Gliozzi, entra Mbakogu.
E mister Corini fa uscire Pablo Rodríguez, al suo posto Yalçın.

70': il Lecce non trova spazi

67': forze fresche anche per i silani: Carretta per Trotta e Bahlouli al posto di Tremolada.

66': contropiede di Rodriguez, poi Majer serve in area Mancosu, il quale calcia all'aria

64': Corini prova a cambiare la musica inserendo Mancosu al posto di Henderson e Pettinari in sostituzione di Coda.

60': Lecce pericoloso solo con un rasoterra di Majer, potente conclusione che Falcone respinge. Il Cosenza si è fatto vedere in avanti con un colpo di testa di Petrucci, a cui Gabriel si è opposto senza apprensione.
Il Lecce manovra ma gli ospiti chiudono gli spazi. In un'altra azione Ingrosso ha chiuso su Coda. I silani non concedono respiro a Rodriguez.

46': inizia il secondo tempo. Prima palla ai calabresi. Nessuna sostituzione durante la pausa.

Inizio scoppiettante fra Lecce e Cosenza, entrambe subito in gol. Prima la rete di Gliozzi, poi il pareggio di Coda su rigore. Il Lecce deve osare di più per scardinare la rocciosa retroguardia del Cosenza. I silani hanno subìto appena ventidue gol, compresa quella di stasera.

PRIMO TEMPO

46': fine primo tempo: 1-1 e tutti negli spogliatoi.

43': il Cosenza prova a sorprendere Gabriel con un tiro di Petrucci da venti metri, palla sul fondo. Concesso un minuto di recupero.

40':  solo un colpo di testa di Coda per il Lecce, ma fuori dallo specchio della porta. Poi Maggio prova ad avanzare a destra, ma non supera Legittimo. In guardia anche Ingrosso e Petrucci. I ritmi però sono calati.

30': il risultato resta inchiodato sull'uno a uno: Lecce impreciso negli affondi, Cosenza attento in difesa.

20': Partita subito vibrante. Cosenza privo di timore riverenziale, Lecce alla ricerca degli spazi.

12': Gol!  Fallo ai danni di Rodriguez in area: rigore. Segna Coda dal dischetto: 1-1 e i giallorossi pareggiano.

8': Gol!  Cosenza in vantaggio: Cross di Petrucci, in tuffo Gliozzi la mette dentro: 0-1

1': sfida iniziata. Nel Lecce il capitano Mancosu figura in panchina, mister Corini si affida ai giovani. Rodriguez, che era in forse, é in campo. I salentini colpiscono nei primi secondi di gioco la traversa con un destro di Hjulmand  da venticinque metri.

Squadra in campo: il Lecce affronta il Cosenza. Un minuto di raccoglimento prima del fischio di inizio per ricordare Mauro Bellugi, ex calciatore di Inter, Bologna, Napoli e della Nazionale, morto ieri a 71 anni. L'ex calciatore aveva subito la doppia amputazione delle gambe a causa di complicazioni legate al coronavirus.

LEGGI ANCHE: Cori da stadio e fumogeni. Ultras giallorossi assembrati fuori dall'hotel per incitare la propria squadra. In campo alle 21

Il Lecce questa sera proverá ad approfittare di un avversario che sulla carta appare più che abbordabile. Il Cosenza infatti è quart'ultimo nella classifica di serie B e non vince dal 30 gennaio, quando si impose per due gol a uno sul campo della Virtus Entella. Anche per la quinta giornata di ritorno però mister Corini non potrà schierare Tachtsidis, Listkowski e Calderoni, oltre ad Adjapong e Dermaku. Di nuovo disponibile invece Mancosu, a fare da chioccia alla linea verde cui vuole affidarsi il tecnico giallorosso. L'allenatore dei silani invece rinuncerà a Bittante e Tiritiello, infortunati.
Difficile, senza pubblico, fare valere il fattore campo, ma gli ultras salentini si sono recati davanti all'albergo dove alloggiava la loro squadra del cuore per incoraggiarla.

FORMAZIONI


LECCE: Gabriel, Maggio, Lucioni, Meccariello, Coda, Björkengren, Gallo, Majer, Hjulmand, Henderson, Rodriguez. In panchina: Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Mancosu, Yalçin, Stepisnki, Monterisi, Nikolov, Pettinari, Zuta, Maselli. Allenatore: Corini.

COSENZA: Falcone, Gerbo, Idda, Sciaudone, Legittimo, Tremolada, Gliozzi, Crecco, Ingrosso, Trotta, Petrucci. In panchina: Saracco, Corsi, Bahlouli, Mbakogu, Carretta, Sacko, Schiavi, Ba, Vera, Kone, Antzoulas, Sueva. Allenatore: Occhiuzzi

Arbitro: Antonio Giua, di Olbia

Ultimo aggiornamento: 23:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA