Lecce, cantano “Faccetta nera” fuori dalla sede Cgil: due denunce per apologia del fascismo

Lecce, cantano “Faccetta nera” fuori dalla sede Cgil: due denunce per apologia del fascismo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Ottobre 2021, 12:43 - Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 16:10

Sono passati con l'auto, una Renault Clio, davanti alla sede provinciale della Cgil, in via Merine a Lecce. E sprezzanti, hanno cantato “Faccetta nera", facendo il saluto romano, proprio durante la manifestazione nazionale organizzata dal sindacato in risposta all'assalto dei No Green Pass con Forza Nuova alla sede romana Cgil. La Digos, però, li ha identificati e denunciati per apologia del fascismo: si tratta di due 24enni di Lizzanello.

L'inno fascista che celebrava il colonialismo italiano in Africa, cantato davanti ai tanti - anche non tesserati - che ieri hanno partecipato al sit-in della Cgil - è quindi costato molto caro a due 24enni salentini che, non paghi di un primo passaggio con l'auto in via Merine, vi hanno fatto ritorno col braccio teso, a “rimarcare il concetto”. Dopo questo secondo giro, però, gli agenti della Digos hanno seguito i due, li hanno fermati e invitati a presentarsi in questura, dove sono stati identificati e poi denunciati per apologia del fascismo, secondo quanto disposto dalla Procura.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA