Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Gallipoli, alla guida positivi all'alcol ma anche a cocaina e cannabis

Gallipoli, alla guida positivi all'alcol ma anche a cocaina e cannabis
4 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Agosto 2022, 12:13

Dieci guidatori su 69, sottoposti a controllo, sono risultati positivi all'alcoltest. Di questi tre sono neopatentati. In 7, positivi all'uso di cocaina e cannabinoidi, quindi di droghe varie. È l'esito di verifiche della polizia eseguiti a Gallipoli, ombelico del divertimento e del turismo salentino, nell’ambito di una campagna nazionale, rivolta al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcoolica o di alterazione dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope. 

Pattuglie in campo

In campo sono stati schierati sette operatori della polizia stradale di Lecce, unitamente a personale sanitario a bordo di un laboratorio mobile messo a disposizione dalla società Forensic Lab Service s.r.l. che ha messo a punto uno specifico “protocollo operativo per l’accertamento della guida sotto l’influenza di sostante stupefacenti” direttamente su strada.

Cosa si rischia

L’attività di accertamento delle condizioni psico-fisiche dei conducenti dovuta all’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti è avvenuta a cura del personale sanitario utilizzando test qualitativi monouso per la ricerca di tracce di droghe nella saliva degli stessi. I controlli sono avvenuti nel rispetto della privacy a bordo della autovettura dei conducenti per eseguire con la dovuta riservatezza gli accertamenti clinici analitici con apparecchi portatili, su campioni di saliva prelevati, in modo non invasivo.

I test

In caso di esito positivo dei test rapidi di screening, altri campioni di saliva prelevati, con le garanzie medico-legali richieste dalla vigente normativa, sono stati analizzati in real time, direttamente su strada con analisi di secondo livello a mezzo di "cromatografia liquida" di elevata precisione ed affidabilità. In caso di esito positivo dell’esame di conferma, la  polizia stradale di Lecce ha proceduto alla contestazione della violazione, alla trasmissione della patente di guida alla prefettura competente e al sequestro del veicolo finalizzato alla successiva confisca, qualora il trasgressore fosse risultato anche proprietario dello stesso. La custodia dei campioni di saliva, per un anno, per eventuali controanalisi sarà assicurata dal laboratorio di Farmacotossicologia e Qualità Analitica dell’ospedale di Pescara. L’accertamento dell’eventuale alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcool è avvenuta con precursori ed etilometri in uso alla polizia stradale.

I numeri nel dettaglio

I numeri:  69 conducenti sono stati sottoposti al test di screening per l’assunzione di alcool con precursori che valutano la presenza di alcool nell’aria espirata; i conducenti positivi al precursore sono stati sottoposti alla prova dell’etilometro; 10 sono stati quindi i conducenti risultati positivi agli accertamenti alcolemici per i quali si è proceduto al ritiro della patente di guida ai fini della sospensione, dei quali conducenti sono risultati essere neopatentati; 7 conducenti sono risultati positivi all’assunzione di sostante stupefacenti  (2 cocaina e 5 cannabinoidi). Sono state contestate inoltre 7 sanzioni per violazioni al codice della strada: mancata revisione periodica, patente scaduta di validità, superamento con semaforo rosso, mancato possesso dei documenti. Sono stati decurtati 201 punti.

Previsti altri controlli: velocità e telefonini

L’incremento del traffico turistico dovuto all’avvio della stagione estiva comporterà tra l'altro per la polizia stradale il rafforzamento dell’attività di controllo «al fine di garantire la fluidità della circolazione in condizioni di massima sicurezza». È stata quindi annunciata la prosecuzione dell’attività di prevenzione lungo gli itinerari di interesse turistico e verso i luoghi di ritrovo giovanile. «Saranno utilizzate tutte le tecnologie disponibili per contrastare l’inosservanza delle norme sui limiti di velocità e sull’uso improprio delle corsie di emergenza - si legge in una nota -  e mirati servizi per il contrasto delle violazioni sull’uso del telefonino con l’impiego di personale a bordo di veicoli colori di serie (auto civili), considerando che la distrazione alla guida si annovera tra le cause più frequenti di incidenti stradali. Inoltre, saranno incentivati controlli ai veicoli per il trasporto collettivo di persone sia turistico che di linea»

© RIPRODUZIONE RISERVATA