«Sua madre è morta», ma dopo ore i medici si correggono: «Ci siamo sbagliati, non era lei». L'ira dei familiari rientrati dalla Svizzera

Lunedì 18 Gennaio 2021

Chiamano la famiglia per comunicare la morte della madre, contagiata dal Covid, affetta da altre, gravi patologie e ricoverata al Dea di Lecce. Ma dopo diverse ore i sanitari si rendono conto che a perdere la vita sotto i colpi del virus era stata una persona diversa: nel cuore della notte, quindi, hanno ricontattato i familiari per dare la notizia, chiedendo scusa per l'errore. Non sono bastate, evidentemente, a placare la rabbia della figlia della donna, partita dalla Svizzera per tornare nel Salento e dare l'estremo saluto alla mamma.

La donna, 43 anni, ha quindi affidato a un post su Instagram il suo sconcerto: «Ci hanno chiamato per darci una brutta notizia, per dirci che la nostra mamma è morta. Ci siamo precipitati per rientrare dalla Svizzera, arrivati in paese abbiamo iniziato le pratiche per organizzare un funerale degno, ma nel cuore della notte, alle 3 ci hanno chiamati di nuovo dal Dea per dirci che si sono sbagliati».

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da @capa_1978

«Hanno sbagliato persona. Giudicate voi in che Paese viviamo. Andate a prendere i vostri familiari da quell'ospedale - è la conclusione del post -, forse sopravviveranno con il vostro calore e con l'affetto».

Ultimo aggiornamento: 14:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA