Lecce, fidanzati uccisi: i genitori di Antonio De Marco lo incontrano in carcere. «Devi raccontare tutto»

Sabato 10 Ottobre 2020
Antonio De Marco

Antonio De Marco, l'assassino di Lecce reo confesso dell'arbitro di calcio Daniele De Santis, di 33 anni, e della fidanzata di Daniele, Eleonora Manta, di 30, ha incontrato per la prima volta i genitori questa mattina in carcere. Il colloquio è avvenuto in due momenti distinti per via delle misure anti Covid. Il primo incontro è stato col padre poi, dopo circa un'ora, è toccato alla madre. I genitori lo hanno invitato a dire tutta la verità.

 

I genitori di Antonio De Marco avevano insistito perché il ragazzo si facesse aiutare da uno psicologo. "Ci sono stato solo una volta per delle crisi di pianto" ha ammesso il killer di Lecce davanti al Gip. Si sarebbe trattato di una sola seduta che seguita a una serie d'interventi chirurgici a cui si era sottoposto per stabilizzare le vertebre e che lo avevano provato. È quello che si legge nelle settanta pagine di dei verbali d'interrogatorio del 21enne studente di Scienze infermieristiche, reo confesso del duplice omicidio di Eleonora Manta e Daniele De Santis.

Ultimo aggiornamento: 22:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA