Fidanzati uccisi a Lecce, il legale di Antonio De Marco: «Sta ricordando qualcosa in più»

Sabato 10 Ottobre 2020
Fidanzati uccisi a Lecce, il legale di Antonio De Marco: «Sta ricordando qualcosa in più»

Prima ancora di ricevere la visita in carcere dei genitori, Antonio De Marco ha incontrato uno dei suoi legali. «Sta ricordando qualcosa in più, mi aspetto progressi la prossima settimana», ha spiegato l'avvocato Andrea Starace, che insieme al collega Giovanni Bellisario sta assistendo il 21enne, reo confesso dell'omicidio di Daniele De Santis ed Eleonora Manta, i due fidanzati 30enni uccisi nel loro appartamento a Lecce, il 21 settembre scorso.

Leggi anche > Lecce, fidanzati uccisi: i genitori di Antonio De Marco lo incontrano in carcere. «Devi raccontare tutto»

 

 

«Mi aspetto nuovi spiragli la prossima settimana, l'ho visto determinato e deciso a fare maggiore chiarezza, mi pare che stia ricordando qualcosa in più» - ha spiegato il legale - «Ci possono essere novità da questo punti di vista. Mi sembra di poter cogliere che qualcosa la stia già ricordando e potrebbe ricordare anche altro».

Oggi i due legali sono stati in carcere a trovare il giovane universitario originario di Casarano poco prima che quest'ultimo ricevesse la visita dei genitori. La confessione di Antonio De Marco, sia quella davanti al pm e ai carabinieri il 28 settembre che quella resa durante l'interrogatorio del 1° ottobre in occasione dell'udienza di convalida davanti al gip del Tribunale Michele Toriello, è stata piena ma segnata da diversi 'forsè e 'non ricordò, con particolare riferimento al movente del gesto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA