Scuola, davanti al presidente della Repubblica Mattarella sfilano gli abiti del Morvillo-Falcone

Scuola, davanti al presidente della Repubblica Mattarella sfilano gli abiti del Morvillo-Falcone
4 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Settembre 2023, 22:12 - Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 18:57

Le creazioni moda del “Morvillo-Falcone” di Brindisi incantano il pubblico della XXIII edizione di “Tutti a Scuola”, la cerimonia nazionale di inaugurazione dell’anno scolastico 2023/2024. L’istituto, diretto dalla dirigente Irene Esposito, è stato l’unico del Sud Italia invitato in rappresentanza delle scuole italiane. All’evento, trasmesso in diretta su Rai1 anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara. 

I lavori della scuola pugliese 


Gli abiti realizzati nel laboratori di sartoria dalle studentesse brindisine, hanno rubato la scena dimostrando quanto talento, creatività e impegno c’è dietro la realizzazione di un capo di alta moda.

La delegazione partita in mattinata alla volta di Forlì, ha portato con sè le creazioni più belle: l’abito “Melissa”, l’abito “Cartolina Brindisi”, l’abito “Cartolina San Vito dei Normanni”, l’abito “Cartolina Mesagne”, l’abito “Marcella Di Levrano”, l’abito “Italia”, l’abito “Mare” e l’abito “Sportello Autismo”. 

La preside


«Ogni abito - ha commentato commossa la preside Irene Esposito - racconta una storia, un frammento di storia e cultura che appartiene alla nostra meravigliosa terra. Le ragazze hanno vissuto questo momento con tanta ansia. Non capita tutti i giorni di sfilare davanti al presidente della Repubblica e in diretta sulla rete nazionale. Per noi, è stata una grande opportunità. Ci siamo preparate al meglio per questo evento e alla fine abbiamo ricevuto tanti complimenti che ci ripagano dei sacrifici fatti finora». 

Le parole di Mattarella


«La scuola italiana, nel suo complesso, è una grande realtà. - ha dichiarato il presidente Mattarella nel corso della cerimonia - Dispone di grandi energie. È ricca della passione, della cultura, della dedizione di insegnanti, di dirigenti, di personale addetto. Come ogni anno rammentiamo che non mancano problemi, lacune e insufficienze, spesso tamponate dall’impegno quotidiano del personale docente e non docente. Non sempre si riesce ad attribuire al sistema educativo risorse e investimenti adeguati. Ma cresce, in ogni ambiente, la consapevolezza del valore strategico della formazione: per la realizzazione personale dei ragazzi, per le loro future prospettive di lavoro, per la acquisizione di una coscienza civile e democratica». 

Il ricordo di Melissa


Gli abiti che hanno catturato maggiormente l’attenzione del pubblico sono stati quelli dedicati a Melissa Bassi e Marcello Di Levrano. «Sono contenta che a condividere con noi questa meravigliosa avventura - riprende la dirigente scolastica - ci siano stati oggi i genitori di Melissa, Rita e Massimo Bassi. I tessuti e i colori dell’abito realizzato in occasione del decimo anniversario della scomparsa della nostra studentessa modella, sono stati scelti proprio da mamma Rita. Un misto tra rosa e fucsia, il colore preferito da Melissa». La scuola oggi è chiamata ad uno sforzo sovraumano per stare al passo e aiutare i giovani a trovare la propria strada. «Dobbiamo credere nei giovani. - ha concluso il presidente Mattarella tra gli applausi - Puntare su di loro. Aiutarli nella crescita. Perché la scuola siete voi, care ragazze e cari ragazzi. La scuola è il vostro cammino di libertà. Buona strada».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA