Ristoranti e bar, regole Fase 2: i clienti vanno registrati, limiti ai caffè al bancone

Sabato 16 Maggio 2020 di Diodato Pirone
Ristoranti e bar, regole Fase 2: i clienti vanno registrati, limiti ai caffè al bancone

Secondo le disposizioni concordate fra le Regioni: «I tavoli dei ristoranti devono essere disposti in modo che le sedute garantiscano il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro di separazione tra i clienti, Questa distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite le goccioline emesse quando si parla». Per i bar, invece si prevede che «la consumazione al banco è consentita solo se può essere assicurata la distanza interpersonale di almeno 1 metro tra i clienti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale».

Coronavirus, passa la linea delle Regioni da lunedì ripartono quasi tutti, ecco i dettagli
Viaggi tra Regioni, ok dal 3 giugno: frontiere aperte con la Ue
 

Le disposizioni regionali stabiliscono che è necessario rendere disponibili prodotti igienizzanti per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all'entrata e in prossimità dei bagni, che dovranno essere puliti più volte al giorno.
I ristoranti dovranno «privilegiare» l'accesso tramite prenotazione (che dunque non saranno obbligatorie) e dovranno mantenere l'elenco dei soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. All'interno del locale non potranno essere presenti all'interno del locale più clienti dei posti a sedere. Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, sarà consentito l'ingresso ad un numero limitato di clienti per volta per assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti. I buffet sono in ogni caso vietati. I camerieri dovranno utilizzare la mascherina e devono igienizzarsi le mani prima di ogni servizio al tavolo. Anche per i ristoranti e i bar così come per i parrucchieri i locali andranno arieggiati al massimo e gli impianti di condizionamento dovranno escludere la funzione di ricircolo dell'aria. La cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso è vivamente consigliato il pagamento con il Pos.
 

 

Ultimo aggiornamento: 16:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA