Caro prezzi, tagli sulle bollette di luce e gas dal 1 aprile

Caro prezzi, tagli sulle bollette di luce e gas dal 1 aprile
3 Minuti di Lettura
Giovedì 31 Marzo 2022, 15:48 - Ultimo aggiornamento: 16:25

Buone notizie per le famiglie italiane. Dopo il caro prezzi finalmente arriva il taglio sulle bollette. A partire dal 1 aprile. Le bollette scendono dunque  del 10,2 per cento in meno per l’elettricità e il 10 per cento in meno per il gas naturale.

I tagli sulle bollette

«Una riduzione delle bollette per le famiglie che può arrivare all'80%» e «un risparmio di emissioni di gas climalteranti pari a 22 milioni di tonnellate di Co2» si avrebbero nel 2030 riqualificando il 3% degli edifici civili ogni anno ed elettrificando i consumi per il riscaldamento domestico.

E' quanto emerge dai dati dello studio Elemens "Dal Gas alle rinnovabili. Scenari e benefici economici dalla decarbonizzazione dei sistemi di riscaldamento degli edifici" elaborato per Legambiente e Kyoto Club. 

Il calo del costo della luce è dovuto alla diminuzione dei costi di acquisto della materia energia elettrica (-8,9%) e alle misure previste dal governo - decreto salva bollette - che prevedono l'azzeramento degli oneri generali di sistema per un totale di 3 miliardi di euro.

La riduzione secondo Arera

La riduzione delle tariffe di luce e gas disposta da Arera «è del tutto insufficiente, e non salverà famiglie e imprese italiane dalla stangata che si è abbattuta negli ultimi mesi sulle bollette dell'energia». Lo afferma il Codacons, commentando in una nota l'aggiornamento tariffario disposto dall'Autorità. Da un anno i consumatori e le imprese, osserva l'associazione dei consumatori, «fanno i conti con i continui rincari delle tariffe che hanno portato le bollette della luce a salire del +131% nei primi tre mesi dell'anno rispetto al 2021, +94% il gas, con una maggiore spesa su base annua pari a +944 euro a famiglia».

«Il ribasso per il prossimo trimestre è del tutto insufficiente, e non eviterà la stangata che famiglie e imprese dovranno sostenere nel corso del 2022 a causa del caro-energia», spiega il presidente Carlo Rienzi. «Una situazione pericolosissima perché, come abbiamo visto, l'aumento delle bollette ha provocato un incremento dei prezzi al dettaglio in tutti i settori, e avrà ricadute pesanti sui consumi con danni per l'economia nazionale». Il Governo, secondo il presidente, «deve trovare soluzioni strutturali per risolvere la crisi energetica scoppiata nel nostro paese, perché i miliardi stanziati finora per contrastare il caro-bollette non possono rappresentare la strada per uscire dall'emergenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA