«Vado a fumare una sigaretta». Saluta la mamma e poi si getta dal quinto piano: muore a 29 anni

L'ospedale Santissima Annunziata
Si è lanciato nel vuoto dal quinto piano dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, dove era ricoverato dal giorno prima. Così si è tolto la vita un ragazzo di soli 29 anni, che la scorsa notte si è ucciso lasciandosi cadere da una finestra del reparto di neonatologia.
Inspiegabili al momento le ragioni che hanno spinto il giovane a decidere di farla finita.
Nel pomeriggio della domenica di Pasqua, il 29enne era stato protagonista di un incidente stradale. Aveva perso il controllo della sua auto ed era finito fuori strada. Il 118 lo aveva soccorso e condotto in ospedale dove era stato ricoverato in osservazione al settimo piano in neurochirurgia. Le sue condizioni non destavano particolari preoccupazioni con il giovane che è rimasto sempre vigile. Nel cuore della notte, però, il dramma. Il ragazzo si è alzato e alla mamma che lo accudiva ha detto: «Vado a fumare una sigaretta». Invece ha raggiunto il quinto piano del SS Annunziata, ha aperto una finestra e si è lanciato nel vuoto. Il tremendo impatto con il selciato non gli ha dato scampo. E' morto sul colpo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 22 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 20:07