Lecce, mercato in fermento: preso Cassandro, salutano Cetin e Bistrovic. Tempi lunghi per il rientro di Pongracic

Tommaso Cassandro
Tommaso Cassandro
di Lino DE LORENZIS
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Gennaio 2023, 05:00

Nel giorno in cui mister Baroni accoglie nel gruppo Tommaso Cassandro, un prezioso jolly per la difesa del Lecce, purtroppo c’è da registrare anche la notizia del forfait di Marin Pongracic. L’infortunio rimediato dal difensore centrale croato lo scorso 23 dicembre a Udine, nel corso del primo tempo dell’amichevole giocata contro l’Udinese di Sottil, si è rivelato più grave del previsto. A circa un mese di distanza dal banale incidente di gioco infatti gli accertamenti effettuati negli ultimi giorni presso un centro specializzato di Monaco di Baviera hanno consentito di stabilire la reale entità dell’infortunio. Di conseguenza, dopo un consulto con i sanitari del Lecce, e al fine di non perdere ulteriore tempo, è stato stabilito di ricorrere all’intervento chirurgico. E così ieri pomeriggio Pongracic è stato operato alla caviglia destra in una clinica di Monaco di Baviera. Ora bisognerà capire quali saranno i tempi di recupero. Trattandosi di un arto particolarmente complesso come la caviglia si profila un’assenza forzata dai campi di calcio per un periodo di circa due mesi.

Ora è ufficiale: Cassandro è del Lecce. Il difensore arriva dal Cittadella a titolo definitivo

Come detto però non mancano le buone notizie in casa del Lecce. Dopo una lunga trattativa, ieri mattina i dirigenti del club di via Colonnello Costadura hanno definito con il Cittadella il trasferimento nel Salento di Tommaso Cassandro, 23 anni, veneziano di Dolo. È di circa 500 mila euro il costo complessivo dell’operazione. Il calciatore, arrivato al Lecce a titolo definitivo, ha sottoscritto un contratto triennale con opzione per i due anni successivi. Si tratta indubbiamente di un profilo molto interessante, come del resto gran parte dei calciatori transitati negli ultimi anni dal club del presidente Gabrielli. Tommy Cassandro è di sicuro uno dei migliori esterni difensivi della cadetteria ingaggiato dal Lecce per ricoprire il ruolo di vice-Gendrey. Ma Corvino e Trinchera però sanno bene che il neo giallorosso è un elemento tatticamente duttile, come dimostra anche il suo passato vissuto tra le giovanili di Novara e Bologna (con i felsinei ha vinto la Supercoppa Primavera e 1 Torneo di Viareggio) prima del trasferimento al Cittadella. Nel corso della carriera infatti Cassandro è stato impiegato anche come laterale difensivo mancino, difensore centrale e, come se non bastasse, anche in mediana, anche se il suo ruolo è quello di laterale destro di difesa. Nelle ultime due stagioni e mezza ha giocato con il Cittadella, in serie B, collezionando 60 presenze e 1 rete realizzata nello scorso campionato cadetto nella gara contro il Brescia. Nel giorno del suo addio, il Cittadella ha voluto salutarlo con un messaggio pubblicato sui propri canali social: “A Tommaso un grazie per la professionalità e l’impegno dimostrato con la nostra maglia, in bocca al lupo per il prosieguo di carriera in Serie A con i giallorossi”. Superfluo dire che Cassandro sarà già disponibile per la gara di sabato in casa dell’Hellas Verona.

Arrivi e partenze

Nel frattempo, i dirigenti del Lecce sono impegnati in questi giorni anche in altre operazioni di mercato e non solo per la Prima squadra. Ieri ad esempio è stato definito l’ingaggio, a titolo definitivo, di Tom Kljun dal Tabor Sezana. L’esterno offensivo sloveno classe 2004 è già a disposizione del tecnico Coppitelli. Capitolo cessioni. Ieri sera il Lecce ha salutato ufficialmente Mert Cetin e Kristijan Bistrovic, rientrati ai club di appartenenza, l’Hellas Verona e Cska Mosca. Successivamente il difensore centrale turco tornerà in Patria per indossare la maglia dell’Adana Demirspor, la squadra allenata da Vincenzo Montella, mentre il croato proseguirà la stagione in Olanda con il Fortuna Sittard. Sul piede di partenza ci sono ancora John Bjorkengren e Pablo Rodriguez, quest’ultimo finito nel mirino del Benevento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA