Forno, fornelli e termosifoni spenti: così la metà dei pugliesi si difende dal caro bollette

Forno, fornelli e termosifoni spenti: così la metà dei pugliesi si difende dal caro bollette
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 11:32

«La metà dei cittadini pugliesi (50%) ha deciso di ridurre o rinunciare all'uso del forno elettrico mentre il 35% ha tagliato l'utilizzo dei fornelli a gas per contenere i consumi energetici e pagare meno in bolletta in un momento di grave crisi economica per le famiglie e di incertezza per il futuro».

L'indagine Coldiretti

È quanto emerge dall'indagine di Coldiretti Puglia sul proprio sito dove i pugliesi hanno risposto. Per «far fronte ai rincari - spiega l'associazione - il 51% dei cittadini è più oculato nell'acquisto di cibo, il 40% sta rinunciando a telefonia e prodotti elettronici, il 25% sta tagliando le spese per ristoranti, viaggi e abbigliamento, mentre i pugliesi non intendono rinunciare alle attività sportive». Il «54% delle famiglie a basso reddito hanno ridotto o eliminato l'utilizzo del forno elettrico, rispetto al 32% di quelle con redditi alti; mentre il 51% ha ridotto o rinunciato all'utilizzo della cucina con fornelli a gas, contro il 25% dei redditi alti». Inoltre, «il 55% dei cittadini dichiara di aver ridotto anche il ricorso a termosifoni o stufe elettriche, per tenere sotto controllo la spesa per il riscaldamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA