Lasciato dalla compagna tenta il suicidio al telefono: salvato dalla polizia

Lasciato dalla compagna tenta il suicidio al telefono: salvato dalla polizia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Settembre 2022, 14:29 - Ultimo aggiornamento: 22:31

Videochiama la compagna e si taglia i polsi in "diretta". Un uomo di Taurisano di 42 anni è stato tratto in salvo nella scorsa notte dai poliziotti del commissariato cittadino.
Preso dalla disperazione dopo essere stato lasciato dalla compagna, il 42enne ha abbandonato l'abitazione e, dopo qualche ora, ha iniziato a contattare la donna inviandole richieste di videochiamata. Sulle prime non ha ricevuto risposta. Vista l'insistenza, poi, la compagna ha aperto la chiamata ed ha assistito in diretta al tentativo di suicidio dell'uomo. Ha quindi interrotto la comunicazione e ha subito allertato il 113.


I poliziotti, diretti dal vicequestore Salvatore Federico, hanno tentato più volte di rintracciare l'uomo e hanno avviato la procedura di geolocalizzazione. In poco tempo hanno individuato le coordinate del cellulare, ma giunti sul posto non hanno trovato traccia del 42enne. Facendo ricorso al loro intuito investigativo e alla conoscenza capillare del territorio, battendo le stradine isolate e buie nei dintorni si sono accorti della presenza dell'auto dell'uomo nascosta tra la vegetazione. All'interno dell'abitacolo c'era il 42enne: era in stato confusionale e aveva ancora in mano il taglierino con il quale si era tagliato i polsi. Affidato alle cure del 118, è stato tratto in salvo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA