San Cataldo, il Codacons denuncia: «Troppe buche, pericolose per chi va in bici o in moto»

San Cataldo, il Codacons denuncia: «Troppe buche, pericolose per chi va in bici o in moto»
3 Minuti di Lettura
Sabato 25 Giugno 2022, 12:24

Strade colabrodo a San Cataldo, la denuncia del Codacons che invita i cittadini a segnalare buche e "ferite" sull'asfalto, in modo da creare una mappa degli interventi urgenti da richiedere al Comune.

«Una marina sfortunata». Così il responsabile della sede Codacons di Lecce, Cristian Marchello, definisce San Cataldo. E poi spiega anche il perché: « mentre la società di servizi, dopo avere effettuato degli interventi di manutenzione, ha ripristinato il lato delle strade interessato dai lavori, l’altra parte della strada, di competenza del Comune, non è stata asfaltata». Il risultato è il seguente: «Il lato della strada interessato dai lavori ha il manto perfettamente liscio, l’altro è un colabrodo - scrivono dal Codacons - tanto da mettere a serio rischio l’incolumità dei pedoni che attraversano la strada ma anche di ciclisti e motociclisti a causa del dislivello del manto stradale. Se a ciò si aggiunge che la strada è ancora priva di segnaletica orizzontale, ci si rende conto dell’assoluta pericolosità della situazione».

Sicurezza e decoro

Una questione di sicurezza per pedoni, ciclisti e motociclisti innanzi tutto. Ma anche di decoro per i residenti. «Una situazione - attacca il Codacons - che stride riguardo ai proclami su progetti di riqualificazione delle marine e delle periferie. Invitiamo i cittadini a segnalarci, anche tramite foto e video, situazioni in cui l’asfalto delle strade rappresenti un potenziale pericolo per l’incolumità di automobilisti, motociclisti e pedoni. Per ogni strada presenteremo una segnalazione al Comune, allo scopo di spingere l’amministrazione ad attivarsi.

Le segnalazioni potranno essere effettuate sulla pagina Facebook del Codacons di Lecce o via e-mail info@codacons.le.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA