Salento, sempre meno ormeggi «Lavoro perduto, barche in fuga»

Sabato 19 Giugno 2021 di Elio Paiano

Un altro passo indietro sul fronte dei posti barca: prima Otranto, ora Castro, domani chissà. Eppure doveva essere la stagione della svolta per la capacità attrattiva del Salento. Quella in cui, terminata la fase acuta della pandemia, la domanda di turismo nautico avrebbe dovuto incontrare un’offerta migliorata. Tutt’altro. I numeri restano bassi e, anzi, calano. Con il 2021 che rischia di peggiorare rispetto agli anni precedenti e...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA