Lecce-Inter: torna "Stadio in bus": navette ogni 10 minuti e abbonamenti. Ecco tutte le fermate

Lo stadio Via del Mare di Lecce
Lo stadio Via del Mare di Lecce
3 Minuti di Lettura
Martedì 9 Agosto 2022, 14:47

«C’è la bella notizia dei 4mila passeggeri che le navette Sgm Società Gestione Multipla Spa hanno accompagnato e riportato in città per Alba Locomotive. E ce n’è subito un’altra, restando in tema di trasporto pubblico».Lo scrive il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, su Facebook. Ed ecco l'annuncio: «Con la ripartenza del campionato di calcio di serie A ripartirà il servizio “Stadio in bus”, con una novità: quest’anno sarà possibile acquistare un abbonamento da 20 euro valido per tutte le partite casalinghe del Lecce». A cominciare da Lecce-Inter

Bus attivi da tre ore prima

Da tre ore prima delle partita i bus del trasporto pubblico saranno attivi per accompagnare i tifosi, leccesi e non, allo stadio. Contribuendo a diminuire il traffico automobilistico, è specificato,  e l’impatto delle partite sulla mobilità nel quartiere Stadio. Inoltre, chi viene da fuori Lecce per assistere alla partita potrà parcheggiare in altre zone della città e utilizzare la linea “Stadio in bus” per raggiungere comodamente e senza stress lo stadio

Le fermate

Queste le fermate della linea che sabato, per Lecce – Inter, sarà attiva dalle 17.45: Libertà-Roma, P.zza Palio, Libertà-S. Elia, Libertà-Cavoti, Libertà-Pepe, Via Del Mare, Imperatore Adriano-Gobetti, Palazzo di Giustizia, De Pietro, Calasso, Porta Napoli, Università, Porta Rudiae, Gallipoli-Diaz, Gallipoli-Lombardia, Gallipoli-Museo, Questura, Piazza d’Italia, Otranto-Paisiello, Otranto-Orsini del Balzo, Battisti.
I bus transiteranno dalle fermate con una frequenza di 10 minuti. (Tutte le info qui: https://bit.ly/Stadioinbus)

Salvemini: «Il trasporto pubblico è più sicuro»

«Perché facciamo tutto questo? Perché pensiamo - aggiunge Salvemini -  che il trasporto pubblico, per i valori sociali e ambientali che esprime, sia centrale nella vita della città e ci impegniamo per fare sempre meglio.
Perché le grandi manifestazioni musicali, sportive, sono più belle e sicure per tutti se riusciamo a raggiungerle senza utilizzare l’automobile. Perché è attivando i servizi e realizzando le infrastrutture necessarie che si incoraggia e favorisce il cambiamento dei comportamenti singoli. Perché scegliere di andare al mare, in centro, ai concerti, allo Stadio in bus significa risparmiare tempo e denaro, migliora l’umore e consente di godersi di più il tempo libero.
Per questo vi invito a provare la nuova linea “Stadio in bus”, fatelo per voi stessi e per tutti gli altri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA