I Diritti delle Donne e la Pace Internazionale, incontro dibattito al centro Mongolfiera

I Diritti delle Donne e la Pace Internazionale, incontro dibattito al centro Mongolfiera
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Marzo 2022, 14:15 - Ultimo aggiornamento: 14:17

Oggi alle 17.30, il centro commerciale Mongolfiera Lecce di Surbo ospiterà un dibattito a più voci per discernere la questione dei diritti delle donne, un tema che per fortuna non viene affrontato solo nelle giornate ufficiali, ma che non deve smettere mai di essere trattato.

La locandina dell'evento

Il dibattito

«Il tema dei diritti delle donne è sempre molto attuale, e naturalmente mi sta molto a cuore” commenta Daniela Salanti, direttrice del centro commerciale Mongolfiera che assieme a Ronny Trio, sindaco di Surbo, introdurrà il dibattito dal titolo “I diritti delle donne e la pace internazionale” negli spazi del Mongolfiera Lecce. “Parlare e dibattere è sempre un segnale di attenzione alta” sottolinea Salanti, che aggiunge: “In qualità di direttrice di una struttura importante e complessa voglio dare anch’io la mia testimonianza e il mio sostegno a iniziative di questo genere e continuare, per quanto possibile, a sostenere le donne attraverso le iniziative del centro commerciale, e voglio ringraziare le istituzioni che hanno reso possibile questo importante momento di confronto. A volte lo spazio per le donne deve essere conquistato con un impegno maggiore, e io sono qui per dimostrare che è possibile». Il dibattito è stato organizzato in collaborazione con la Provincia di Lecce per cui interverranno, Filomena D’antini, Consigliera di Parità della Provincia di Lecce e Antonio Leo, consigliere Provinciale, e il Comune di Surbo per cui saranno presenti Angela Neri, Consigliera comunale, e Micaela Giannone, Presidente Cpo del Comune di Surbo. «La mia battaglia contro il mobbing e le molestie sul posto di lavoro si traduce nella redazione di un protocollo di un codice di condotta per contrastare questo odioso fenomeno”, spiega la consigliera alle Pari opportunità che elogia in particolar modo “il coraggio delle donne che è ogni giorno davanti ai nostri occhi: nell’organizzazione lavoro famiglia, in equilibrio tra orari e doveri; pensiamo ad esempio alle lavoratrici della sanità che durante la guerra al Covid hanno speso tutte le loro energie e in questi giorni non si può non pensare al coraggio estremo delle donne ucraine che stanno affrontando con dignità una guerra assurda, impegnate a proteggere la propria famiglia”.

Al dibattito si aggiungeranno momenti di cultura con le letture in prosa di Nadia Marra, accompagnata da intermezzi musicali a cura di Giancarlo Dell’Anna; inoltre non mancheranno le dimostrazioni di autodifesa a cura degli allievi di due associazioni sportive: Asd Team Perrone e Asd Ki Mugon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA