Coronavirus, medici invitano a non andare in ambulatorio. In tribunale udienze a porte chiuse e a Lecce chiusa l'Accademia di Belle Arti. Corsa alla spesa nei supermercati

Lunedì 24 Febbraio 2020
LECCE - Anche nel Salento iniziano le chiusure precauzionali per evitare il contagio da coronavirus
A sospendere le attività didattiche è stata l'Accademia i Belle Arti, che questa mattina ha comunicato la chiusura in via precauzionale, con sospensione di lezioni ed esami nonché ricevimento del pubblico, per l'intera settimana, fino al 28 febbraio.
Com'è noto, l'Accademia di Belle Arti di Lecce vede un'altissima concentrazione di iscritti in arrivo dalla Cina, nel 2017 una matricola su quattro arrivava dal Paese asiatico. In ogni caso dall'istituto precisano che sinora non si è registrato alcun problema per studenti e personale e che la chiusura è solo precauzionale.
 
 

Intantanto gli ambulatori medici, con formale richiesta agli utenti di prendere appuntamento in modo a non sosttare in sala d'attesa e di contattare telefonicamente il medici in caso si sospetti di aver contratto il virus.
Anche il tribunale ha deciso di tenere le udienze a porte chiuse in modo da evitare assembramenti. 
Mentre - dopo l immagini dei supermercati presi d'assalto al Nord - si registra anche nel Salento un aumento degli acquisti di alimentari e igienizzanti, in vista di un possibile isolamento, qualora il virus dovesse diffondersi anche in Puglia. 

De Cagna, il "re" delle luminarie: «Preoccupato per la mia azienda»
Lecce, in tribunale udienze a porte chiuse per paura del coronavirus
Donna di 51 anni morta al Perrino, un altro falso allarme "coronavirus"
Coronavirus, a San Giovanni Rotondo svuotate le acquasantiere

A Squinzano, infine, così come a Candela e Gravina di Puglia, è partita l'ordinanza sindacale che invita ch si sposti da e verso il Nord a comucarlo immediatamente in Comune.

Coronavirus: «chi torna dal Nord lo comunichi in Comune» Ultimo aggiornamento: 20:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA