Ostuni, assessore positivo al Covid: è ricoverato all'ospedale Perrino

Sabato 9 Gennaio 2021 di Danilo SANTORO

Proseguono a Brindisi le operazioni di screening della popolazione scolastica organizzate da Comune e Asl con la collaborazione di medici ed associazioni di volontariato. Anche nella giornata di ieri, come del resto nel primo giorno dello screening, giovedì, nessuno tra gli studenti, insegnanti e personale Ata è risultato positivo al tampone. Sono stati 376 i test eseguiti nel centro anziani del quartiere Bozzano, tutti riguardanti il comprensivo Cappuccini Tuturano. Le operazioni proseguiranno oggi con il comprensivo Sant'Elia, dopo di che lunedì sarà la volta del comprensivo Casale. Poi, per tutta la giornata di martedì e nella mattinata di mercoledì toccherà al comprensivo Centro, seguito mercoledì pomeriggio e per tutta la giornata di giovedì dal comprensivo Santa Chiara. Poi ancora Bozzano venerdì e Commenda sabato.


Anche a Ceglie Messapica, nei giorni scorsi, è stato effettuato lo screening della popolazione scolastica: 740 i tamponi antigenici eseguiti. Tutti hanno avuto esito negativo. Solo uno di questi ha dato esito incerto determinando l'interruzione immediata delle operazioni di screening nella giornata di giovedì. «Abbiamo prontamente provveduto - ha fatto sapere il sindaco Angelo Palmisano - alla sanificazione dei locali e concluderemo gli ultimi 20 tamponi nelle prossime ore». Poi, il primo cittadino ha ringraziato a nome della città «il personale medico e non che ha aderito all'iniziativa su base volontaria con grande senso del dovere e di appartenenza alla propria comunità».


Il bollettino dei ricoverati per Covid diramato dalla Asl parla invece di 15 pazienti in Medicina interna e 8 in Pneumologia nell'ospedale di Ostuni. Al Perrino, invece, ci sono 17 pazienti in Malattie infettive, 18 in Pneumologia, 6 in Rianimazione. Le strutture post Covid, infine, ospitano 13 pazienti a Mesagne, 8 a Ceglie Messapica, 11 a Cisternino.


E intanto a Ostuni mondo politico in apprensione per l'assessore alla Protezione civile Giuseppe Corona, risultato positivo al Covid 19, dopo aver eseguito il tampone in ospedale. Ora a causa di altre patologie, il rappresentante della giunta del sindaco Guglielmo Cavallo è ricoverato al Perrino di Brindisi. Corona è stato assente alle ultime riunioni dell'esecutivo, già prima della pausa natalizia: ragione per la quale non ci sono rappresentanti istituzionali in isolamento fiduciario. Lo stesso Cavallo ed il presidente del consiglio comunale Giovanni Zaccaria sono in continuo contatto con i familiari per sincerarsi del suo recupero.


Corona sin dalla prima fase d'emergenza sanitaria nella scorsa primavera, come delegato alla Protezione civile, ha coordinato insieme all'amministrazione ed agli uffici tutte le misure necessarie a fronteggiare la situazione. Un impegno costante riconosciuto da tutto il mondo politico ostunese.
Ed anche nella Città bianca si sono concluse, giovedì, le operazioni di screening per gli alunni della scuola elementare e media. Proprio commentando le prime fasi dell'operazione, sulla sua pagine social il sindaco Cavallo ha voluto rivolgere un saluto allo stesso assessore, costretto al ricovero. «L'assessore Giuseppe Corona non è fisicamente con noi ma lo sentiamo con noi». In totale nella due giorni di tamponi antigenici sono stati 1.332 i test rapidi eseguiti. Personale medico e sanitario insieme ai volontari di Croce Rossa, Avis e delle associazioni di Protezione civile Era e Ser sono stati impegnati nell'organizzazione di questo piano di analisi per rintracciare eventuali nuovi contagi da Covid 19 nella Città bianca.


A monitorare affinché tutto venisse svolto senza particolari problemi anche nei flussi di entrata e di uscita c'era il personale del commissariato e della polizia locale di Ostuni. Così come anche il primo cittadino ed il vicesindaco Antonella Palmisano, con delega ai Servizi sociali ed alla Pubblica istruzione che hanno effettuato una serie di sopralluoghi per verificare ogni dettaglio. «Appena l'Asl metterà a disposizione altri kit estenderemo lo screening al resto della popolazione. Uno straordinario lavoro di squadra. Vogliamo ringraziare anche i numerosi negozianti che hanno prolungato il loro orario di apertura per venire incontro alle nostre ultime esigenze».

Ultimo aggiornamento: 12:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA