Estetista uccisa dall'ex amante: rigettato il ricorso. Condannato a 26 anni l'assassino

La vittima, Bruna Bovino
La vittima, Bruna Bovino
2 Minuti di Lettura
Sabato 24 Settembre 2022, 11:06 - Ultimo aggiornamento: 22:10

Estetista uccisa dall'ex amante: rigettato il ricorso. Condannato a 26 anni l'assassino. La Corte di Cassazione ha infatti rigettato il ricorso contro la condanna alla pena di 26 anni e 6 mesi di reclusione per Antonio Colamonico, imputato per l'omicidio della ex amante Bruna Bovino, estetista 29enne italo-brasiliana uccisa a Mola di Bari il 12 dicembre 2013. La condanna e quindi la responsabilità di Colamonico nella commissione del delitto diventano quindi definitive.

La vicenda giudiziaria si chiude così dopo 8 anni. In primo grado, nel luglio 2015, Colamonico era stato condannato a 25 anni di reclusione. In appello, nel novembre 2018, era stato assolto (e scarcerato dopo circa 4 anni di detenzione) e nel processo di appello bis era stato giudicato colpevole di omicidio volontario e incendio doloso e condannato. Nelle prossime ore dovrà tornare in carcere per espiare la pena confermata nella tarda serata di ieri dai giudici della Suprema Corte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA