Alberobello, due cani avvelenati: la rabbia in paese

Alberobello, due cani avvelenati: la rabbia in paese
di Alfonso SPAGNULO
2 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Marzo 2022, 12:36 - Ultimo aggiornamento: 18:57

Due cani avvelenati ad Alberobello, in provincia di Bari, ed è durissima la reazione, con relativa denuncia, dell’associazione “Stop animal crimes Italia” i cui volontari si occupavano, insieme anche ad alcune famiglie, degli animali, seppur randagi. «Siamo ancora ad Alberobello in Puglia, il paese dei balocchi dove ognuno fa quello che vuole senza nessun controllo – scrivono i volontari -. Il 24 marzo 2022 nel primo pomeriggio nella Contrada Bosco Selva sono stati trovati due cani randagi morti da presunto avvelenamento, seguiti da noi volontari dell’associazione “Stop animal crimes Italia” e accuditi anche da due famiglie della contrada. Si tratta di Bel la maremmana e del suo fedele compagno segugio, due cani buonissimi molto diffidenti che non davano assolutamente nessuna noia a nessuno. I due cani erano molto abitudinari - proseguono - adoravano riposare nell'erba al mattino dietro le abitazioni e lì con loro c'erano alcuni membri del branco sempre seguiti da noi. Sono anni che conoscevamo questi due angeli, questa è la seconda volta che cercano di avvelenarli, purtroppo questa volta non siamo arrivati in tempo. Il fatto accaduto è cosa gravissima è un atto di inciviltà realizzato da un mostro violento che non merita il dono della vita. Ovviamente abbiamo subito chiamato vigili, carabinieri e sindaco. I sospetti ci sono, attendiamo l'esito delle analisi tossicologiche che saranno effettuate dai veterinari dell'Asl dell'area C, per capire il tipo di veleno usato, per poi indagare dove sia venduto e chi l'ha acquistato della zona».

© RIPRODUZIONE RISERVATA