La “Angelina Jolie zombie” condannata a 10 anni di carcere nel suo paese: ecco cosa è successo

La 'Angelina Jolie zombie' condannata a 10 anni di carcere nel suo paese: ecco cosa è successo
La 'Angelina Jolie zombie' condannata a 10 anni di carcere nel suo paese: ecco cosa è successo
2 Minuti di Lettura
Domenica 13 Dicembre 2020, 22:35 - Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 10:39

Era diventata improvvisamente famosa in tutto il mondo, complice una lunga serie di interventi di chirurgia estetica che l'avevano trasformata. Sahar Tabar, nome d'arte di Fatemeh Khishvan, da bellissima ma sconosciuta ragazza si era trasformata in un vero e proprio fenomeno del web, dove molti l'avevano definita la 'Angelina Jolie zombie'. Da un anno, però, si trova in carcere ed ora per lei è arrivata anche una pesante condanna definitiva.

Leggi anche > Killer dello Zodiaco, il messaggio in codice decifrato dopo 51 anni: cosa c'è scritto

La giovane, che oggi ha 25 anni, vive in Iran ma il suo paese, dopo un lungo processo, l'ha condannata a 10 anni di carcere. Sahar Tabar, che aveva spiegato di essersi sottoposta a diverse decine di interventi chirurgici per somigliare alla 'sposa cadavere', essendo una grande fan del regista visionario Tim Burton, era accusata di corruzione dei giovani, blasfemia, guadagni illeciti, incitazione alla violenza e vilipendio alla Repubblica islamica dell'Iran.

Pur in attesa della sentenza definitiva, la ragazza era stata sottoposta a custodia cautelare già alla fine dell'anno scorso, e a nulla era valsa la sua richiesta di scarcerazione all'inizio del 2020, quando Sahar Tabar aveva spiegato di aver contratto in carcere il coronavirus. La giovane aveva anche lanciato un appello ad Angelina Jolie: «L'Iran continua a perseguitare le donne, dobbiamo essere tutte unite contro quest'apartheid di genere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA