Botte e minacce a moglie e figli, in carcere padre e marito padrone

Botte e minacce a moglie e figli, in carcere padre e marito padrone
2 Minuti di Lettura
Venerdì 2 Luglio 2021, 16:43 - Ultimo aggiornamento: 22:19

In carcere padre e marito padrone. In cella è finito un uomo di 44 anni che è stato arrestato dalla Polizia di Taranto per i maltrattamenti e le minacce inflitte alla moglie e ai figli minorenni. Il tarantino è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile della questura di Taranto che hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmato dal gip Romano. La donna ha denunciato anni di vessazioni, diventate insospportabili quando lei ha deciso di chiedere il divorzio.

I maltrattamenti

Le indagini sono partite nel marzo scorso dopo la denuncia della moglie che, ormai in preda ad un vero e proprio stato d’ansia, ha avuto la forza di raccontare ai poliziotti i tantissimi episodi di violenza di cui era vittima e che avevano coinvolto anche i due figli. I maltrattamenti, come poi accertato nel corso dei tanti incontri protetti avuti con la vittima, duravano da anni, da quando la donna aveva avviato le pratiche per il divorzio a seguito della vita dissennata del consorte e dei suoi continui tradimenti. L’uomo, pur separato di fatto dalla sua famiglia, non si era rassegnato alla fine del matrimonio e ha continuato ad intimorire, spesso in maniera violenta, sia la sua ex moglie sia i figli di 17 e 15 anni più volte intervenuti in difesa della loro madre.

L'arresto

Il 44enne, spesso sotto l’effetto di sostanze stupefacenti ed alcoliche, ha seguito ossessivamente la donna, cercando con le maniere forti di farla desistere dall'intenzione di chiedere il divorzio, arrivando anche a minacciare gli avvocati alla quale la donna si era rivolta per curare le pratiche con le quali chiudere il matrimonio. Due i professionisti che dinanzi alle minacce hanno preferito rinunciare al loro mandato. Le indagini della Polizia hanno consentito di riscontrare le accuse della moglie. L'altro giorno il tarantino è stato arrestato ed è stato condotto nel carcere jonico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA